utenti online

x

SEI IN > VIVERE OSIMO > ATTUALITA'
articolo

Omaggio a Dante

2' di lettura
166

Non ci può essere cornice più consona per rendere omaggio a Dante, di quella del Lapidario del Comune di Osimo, con le statue acefale che fungono da picchetto d’onore e i reperti archeologici che evocano un passato glorioso.

Sono infatti tre anni consecutivi che l’Unitre dedica una giornata a Dante, proprio in questo luogo, con gli allievi del Corso sul sommo poeta, in veste di cantori che leggono i Canti della Divina Commedia. Dopo l’Inferno e il Purgatorio, il 18 maggio eccoli arrivati nel Paradiso, animati da ammirazione e rispetto verso il vate, per merito di Franco Mancini, appassionato dantista, docente del Corso. A rendere ufficiale l’evento è stata la presenza del sindaco Pugnaloni che, dopo i saluti di benvenuto di Antonietta Mattioli, presidente dell’associazione, ha asserito che l‘impegno culturale permanente svolto dall’Unitre è un vanto per la città di Osimo e motivo di soddisfazione per l’Amministrazione comunale che ha sempre supportato le pregevoli iniziative dell’Ente. “ E’ una inesauribile fonte di musica autentica” così Lucio Dalla ha definito la Divina Commedia. Infatti, tutti la possono leggere, purchè diano importanza al respiro, agli accenti, alle pause, ai verbi più che agli aggettivi. Franco Mancini ha dato il via alla celebrazione chiamando i cantori a leggere alcuni canti del Paradiso, precedendoli con un riassunto esplicativo. Al microfono si sono succeduti: Maria Armillotta, Rossana Giorgetti,, Leonardo Grana, Antonietta Mattioli, Susi De Crescenzo, Alida Suardi, Tullia Ragonesi, Beatrice Pettirossi, Angela Maggiani e Franco Mancini. L’esibizione più suggestiva è stata quella di Franco che ha declamato a memoria l’ultimo canto del Paradiso, il XXXIII°, provocando nel pubblico vera emozione e una grande ammirazione verso il cantore e l’opera dantesca.





Questo è un articolo pubblicato il 20-05-2024 alle 17:58 sul giornale del 20 maggio 2024 - 166 letture






qrcode