utenti online

x

SEI IN > VIVERE OSIMO > ATTUALITA'
pubbliredazionale

Non solo impresari ma consulenti del lutto a disposizione delle famiglie

1' di lettura
348

Non solo formalità ma soprattutto sensibilità.

Le figure professionali della Biondi Funeral Service offrono non solo un servizio di consolidata professionalità tecnica ma testimoniano il cammino che l’azienda compie, investendo in nuove professionalità, come il cerimoniere funebre.

Il Maestro cerimoniere, definito cerimoniere funebre è colui che organizza e dirige la cerimonia, il punto focale che rende solennità alla funzione funebre.

Una figura professionale che per essere svolta necessita di competenze specifiche, che gli consentono poi di lavorare anche nella casa funeraria. All’interno della Biondi FuneraI Service il cerimoniere è, di fatto, tenuto non solo a conoscere nel dettaglio i servizi funebri e tutte le loro articolazioni ma deve essere in grado di coordinare ogni fase della cerimonia e supportare il più possibile la famiglia del defunto.

In un momento così particolare il suo ruolo è quello di avere tutto sotto controllo, dalla gestione del funerale al sapere offrire assistenza ai cari della persona estinta. Il maestro funebre deve essere anche discreto, empatico ed affabile. A ciò si aggiunge la conoscenza di tutte le procedure dal punto di vista normativo.

Ad oggi è considerato un punto di riferimento imprescindibile per chi desidera organizzare una cerimonia funebre, anche personalizzata, che onori al meglio il defunto e che dia ai cari la possibilità di salutarlo nel modo migliore possibile.

https://www.biondifuneralservice.it

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatasapp e Telegram di Vivere Osimo.
Per Whatsapp iscriversi al canale https://vivere.me/waVivereOsimo oppure aggiungere il numero 320.7096249 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero un messaggio.
Per Telegram cercare il canale @vivereosimo o cliccare su t.me/vivereosimo.




Questo è un MESSAGGIO PUBBLICITARIO - ARTICOLO A PAGAMENTO pubblicato il 08-05-2024 alle 12:25 sul giornale del 10 maggio 2024 - 348 letture






qrcode