utenti online

x

SEI IN > VIVERE OSIMO > SPETTACOLI
comunicato stampa

Gran finale a chiaravalle per “Palabras de tango”

3' di lettura
64

Un gala di tango conclude la seconda edizione del festival di cultura italo-argentina. In scena l’orchestra Tango Spleen, la scuola L’Oltre Tango e vari cantanti e ballerini ospiti.

Musica, danza, incontri di approfondimento storico e videocollegamenti con l’America Latina: sono queste le peculiarità del festival “Palabras de tango” dedicato alla cultura argentina e ai suoi legami con quella italiana, che si concluderà domenica 7 aprile. La manifestazione, promossa dal Comune di Chiaravalle, ha trasformato per tre giorni la città di Maria Montessori in un punto di incontro tra due realtà da sempre strettamente connesse. Uno degli appuntamenti previsti è stato anche trasmesso in streaming per le comunità di italiani all’estero, così da creare un legame diretto tra Italia e America Latina.

Cuore di questa edizione del festival sarà il concerto-spettacolo di tango e musica tradizionale argentina dell’orchestra Tango Spleen, in programma per domenica 7 aprile, alle 17.30, presso il Teatro Comunale “Tullio Giacconi”. Nata dall’iniziativa del suo direttore, il pianista e compositore argentino Mariano Speranza, la formazione è tra le più note a livello internazionale e coniuga la tradizione popolare con la continua ricerca della propria evoluzione stilistica, rivelandosi come uno dei punti di riferimento del genere del tango e della sua avanguardia contemporanea. Il gala di tango domenicale sarà inoltre impreziosito dalle voci di Giacomo Medici e Sarita Schena, cantanti ospiti dell’orchestra, nonché dagli interventi dei ballerini e maestri di tango Alessandro Esposto e Sara Porfiri, Roberto Nicchiotti e Francesca Panella.

A rendere unica questa giornata dedicata alla musica sarà anche la partecipazione degli artisti e campioni europei paralimpici della scuola di danza L’Oltre Tango, diretta da Roberto Nicchiotti, istruttore di tangoterapia: una disciplina che – come spiega lui stesso – ha al centro “l’aspetto di cura del tango, visto come un sistema per aumentare le possibilità riabilitative e psicoterapeutiche utilizzandone gli strumenti: i movimenti, l’abbraccio, la musica, la sua cultura e in particolar modo il suo approccio al ballo”.

Per il Sindaco di Chiaravalle Cristina Amicucciil festival, giunto alla sua seconda edizione, va a rafforzare le tante iniziative che fanno della città natale di Maria Montessori un luogo che si apre al mondo e per il mondo, con un grande abbraccio che crea magia, elimina le barriere dell’emarginazione e del pregiudizio proprio come quando si balla il tango”.

“Grazie alla partnership tra il festival e il Premio Internazionale della Fisarmonica di Castelfidardo – aggiunge il direttore artistico Giacomo Medicisarà possibile, per il pubblico presente, ammirare nel foyer del Teatro il bandoneón appartenuto ad Astor Piazzolla, attualmente esposto proprio nel Museo della Fisarmonica di Castelfidardo”.

Il festival è patrocinato e cofinanziato dal Rotary Falconara Marittima e poggia sulla collaborazione di ANPI, AVIS, AIDO, AVAS, ADMO, FEDEMARCHE, con la partecipazione degli Istituti scolastici “Rita Levi-Montalcini”, “Maria Montessori” e “Podesti - Calzecchi Onesti” (sede di Chiaravalle).





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 05-04-2024 alle 11:31 sul giornale del 06 aprile 2024 - 64 letture






qrcode