utenti online

x

SEI IN > VIVERE OSIMO > CULTURA
articolo

Un grande evento per il Lions Club di Osimo

2' di lettura
360

Domenica 24 marzo il Lions di Osimo ha celebrato il 44° anniversario della sua fondazione all’ Hotel MonteConero. In una atmosfera serena e familiare, il presidente Nazzareno Donzelli ha accolto i soci e gli ospiti, ringraziandoli calorosamente per la loro partecipazione.

Dopo i saluti di rito del cerimoniere del Club M. Torcianti, il cerimoniere distrettuale Tiziana Antrilli ha presentato gli officer e i presidenti dei Club di Castiglion dei Pepoli, di Recanati , di Ancona Host e di Ancona La Mole, ringraziando particolarmente il Governatore del Distretto 108A Marco Candela, Walter Landi presidente Zona B3° Circoscrizione, Francesca Ranicone, Immediato Past Governatore, Matilde Amina Murari Mattozzi, Coordnatore Distrettuale del tema di studio Salviamo le api”. Presenti anche il presidente del Rotary Calcaterra, , Alberto e Anna Rita Copparini responsabili della Mensa del Povero. La partecipazione emotiva dei presenti si è accesa quando c’è stata la presentazione dei due nuovi soci Nadia e Moreno e per il conferimento del Melvin Jones a Massimo Torcianti, in riconoscimento del suo impegno e della sua disponibilità a servire il Club. E’ toccato poi al presidente Donzelli tirare le somme del suo operato evidenziando con soddisfazione il percorso positivo che ha portato il Club a crescere sia in termini quantitativi che qualificativi, acquisendo visibilità e rappresentatività nella comunità. Tante sono state le tematiche approfondite della mission lionistica, dalla salute , all’ambiente, dalle scuole, ai giovani e allo sport. I services realizzati hanno avuto una valenza sociale, solidaristica e umanitaria, basta pensare ai destinatari scelti: la Cooperativa Frolla, la Caritas cittadina, la Mensa del Povero e la Lega del Filo d’oro. Il presidente ha poi ringraziato tutti i soci per il loro coinvolgimento ed impegno grazie ai quali, i risultati ottenuti sono apprezzabili. Infine, per sottolineale la vitalità del Club, Donzelli ha informato che si sta predisponendo un programma impegnativo per ospitare a Osimo nel 2025 un Congresso internazionale Lions sulle Città Murate. La parola è poi passata al Governatore Candela che ha ringraziato per l’invito anche perché è molto legato al Club di Osimo, ricordando che da giovane aveva accompagnato suo padre tutor del Club ai suoi primi passi. Ha infine concluso constatando che il Club è cresciuto nel tempo facendosi apprezzare per i servizi resi in campo territoriale e internazionale. Il Lions deve essere un motore di ricerca sociale con un nuovo metodo di fare servizio secondo obiettivi e conseguenti piani di azione, i quali diventeranno a loro volta moltiplicatori di altri soggetti e attiità.



Questo è un articolo pubblicato il 26-03-2024 alle 12:28 sul giornale del 26 marzo 2024 - 360 letture






qrcode