utenti online

x

SEI IN > VIVERE OSIMO > CULTURA
comunicato stampa

L’Istituto Campana sulle grotte: prima salviamole, poi apriamole

2' di lettura
136

L’Istituto Campana per l’Istruzione Permanente apprende dalla stampa del progetto di collegamento tra le grotte di Piazza Dante e quelle di Palazzo Campana, redatto dall’ing. Francesca Pizzichini per conto del Lions Club di Osimo e donato al Comune.

L’istituto esprime soddisfazione per l’interesse rivolto alla possibilità di fruizione del complesso ipogeo di Palazzo Campana, e nello stesso tempo resta sorpreso per non essere stato contattato e coinvolto, tenendo presente che l’accesso alle grotte avviene, ad oggi, solo attraverso Palazzo Campana. Ci auspichiamo che la stessa attenzione venga riservata al grave stato di conservazione in cui versano le grotte decorate.

Vale la pena ricordare se chi ha redatto il progetto non lo sapesse che, negli anni in cui la gestione delle grotte era affidata al Campana, l’ente ha commissionato e finanziato numerosi studi per tentare di individuare e arginare le cause del degrado. La mancata apertura al pubblico fu una scelta imposta dalle prescrizioni ricevute dagli enti preposti alla tutela. Da ultimo quelle fornite nel 2021 dall’Istituto Centrale del Restauro di Roma, che è, insieme all’Opificio delle pietre dure di Firenze, uno dei più noti e prestigiosi istituti nel campo del restauro e dell'insegnamento del restauro.

Nella relazione tecnica redatta dopo il sopralluogo e le analisi chimiche e biologiche compiute, preso atto del “precario stato di conservazione delle grotte” e degli “importanti fenomeni di erosione ed esfoliazione della superficie lapidea con perdita irreversibile di materiale”, l’ICR raccomandava una puntuale campagna diagnostica specifica e un progetto conservativo mirato, sconsigliando, nelle condizioni attuali, l’apertura al pubblico.

Nel ribadire la massima collaborazione a progettualità comuni, l’occasione ci è utile per invitare a presentare progetti anche per il ripristino del Museo Civico (le cui opere attualmente giacciono al Seminario di Osimo) e per l’ampliamento della Biblioteca Comunale, visti i lavori in corso di recupero e messa a norma di tutto l’edificio dell’Istituto Campana.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-03-2024 alle 17:10 sul giornale del 04 marzo 2024 - 136 letture






qrcode