utenti online

x

SEI IN > VIVERE OSIMO > ATTUALITA'
comunicato stampa

Pareggio del bilancio a Casa Hermes, un risultato storico

3' di lettura
144

Lo annuncia il Presidente della Fondazione Opere Laiche Lauretane e Casa Hermes Federico Guazzaroni. Tra le leve del risultato ottenuto il raggiungimento del massimo di ospiti consentito, gli investimenti sul fotovoltaico e il riconoscimento da parte della Regione di ulteriori 4,19 euro giornalieri a ospite in convenzione.

Traguardo storico per Casa Hermes: previsto il pareggio di bilancio per il 2024. Lo annuncia con soddisfazione il Presidente della Fondazione Opere Laiche Lauretane e Casa Hermes Federico Guazzaroni che spiega: ”Un risultato simile è stato sfiorato solo nel 2016. Importante per l’ottenimento di questo traguardo è stata la comunicazione pervenuta dalla Regione Marche di adeguamento, da gennaio 2023, della quota sanitaria rimborsata”. Elenca i numeri del successo, il Presidente Guazzaroni: “Siamo infatti passati da un esercizio di bilancio in passivo di -420.000 euro del 2022 ad un prospetto di bilancio di sostanziale pareggio che si realizzerà nel 2024”. Dietro il risultato una strategia vincente che ha dato i suoi frutti, innanzitutto “Un incessante ed instancabile lavoro svolto da tutto il personale coinvolto nell'assistenza agli anziani sia o.s.s. - infermieristico che amministrativo”.

In particolare si è fatto leva su tre punti precisi. Il primo è il pieno riempimento di Casa Hermes. “Nonostante le limitazioni restrittive e le innumerevoli misure precauzionali di questi ultimi anni – precisa Guazzaroni - abbiamo raggiunto il numero massimo di assistiti. Sebbene questo obiettivo sembri di facile raggiungimento, mi preme sottolineare e contestualmente apprezzare, lo sforzo quotidiano di personale assistenziale ed amministrativo che ha reso possibile l’aumento del numero degli occupanti, nonostante il periodo pandemico e tutte le difficoltà ad esso correlate”.

Il secondo punto riguarda invece l’investimento sul fotovoltaico: “Abbiamo deciso di puntare – ancora Guazzaroni - sull'ampliamento dell'offerta energetica green e pulita che deriva dall'impianto fotovoltaico risolvendo, seppur in parte, il problema del caro bollette che affligge tutta l'Europa a causa dell’instabilità del mercato di riferimento”.

Inoltre si è puntato sulla riduzione dei costi attraverso una puntuale analisi dei consumi e razionalizzazione degli acquisti ed infine sulla richiesta e successivo riconoscimento da parte della Regione di ulteriori 4,19 euro giornalieri a ospite in convenzione come da delibera della Giunta Regionale n. 1950 del 12 dicembre 2023.

Risultato eccellente quindi per la struttura lauretana dove, spiega Guazzaroni, “nonostante onerosi impegni strutturali, non sono state aumentare le rette dei posti a libero mercato in proporzione all’Istat (+7% 2022 +5%2023) e l’incremento di quelle in convenzione è stato deciso sul minimo indispensabile che si traduce al netto, a circa 2 euro per ospite al giorno”. Inoltre, riprende Guazzaroni, “abbiamo richiesto ed ottenuto una certificazione che ha permesso di trasformare la casa di riposo a residenza protetta il che si traduce di fatto in un aumento sostanziale dell'assistenza da parte di o.s.s. e infermieri. Questo traguardo non è stato raggiunto guardando soltanto il bilancio in maniera sterile, ma perché abbiamo contemporaneamente anche deciso di investire. Crediamo fermamente nell’attività della nostra struttura e abbiamo per questo investito nell’animazione quotidiana, nel servizio di fisioterapia in palestra grazie alla collaborazione con la fondazione Don Gnocchi, nell' ampliamento dei servizi della mensa e lavanderia”. E per i prossimi mesi si prevede l’istituzione di orti per disabili e una costante collaborazione con l’Associazione L’Albero delle Stelle.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 15-02-2024 alle 18:40 sul giornale del 16 febbraio 2024 - 144 letture






qrcode