utenti online
SEI IN > VIVERE OSIMO > ATTUALITA'
comunicato stampa

La domenica andando a polenta' si riscoprono le eccellenze arceviesi

3' di lettura
80

La Manifestazione che esalta la ricoperta del mais Ottofile di Roccacontrada è ormai un punto di riferimento capace di richiamare numerosi turisti appassionati di polenta e delle prelibatezze del territorio. Un progetto dall’importante valore turistico.

Diventa maggiorenne ed acquisisce sempre maggior valore. ‘La Domenica andando a polenta’, iniziativa organizzata dal Comune di Arcevia, con il Consiglio regionale delle Marche e gli stessi ristoratori arceviesi, è giunta alla sua 18esima edizione e si conferma come un punto di riferimento della tradizione gastronomica in tutto il territorio. "Il consiglio regionale è vicino a questa manifestazione La regione intende valorizzare i borghi e le loro tradizioni. È fondamentale valorizzare la cultura e la storia dei borghi che hanno saputo rigenerarsi autonomamente grazie anche a iniziative come queste coniugando ambiente e territorio. É importante. Ricordiamo che la Giunta Acquaroli ha emanato una legge in tal senso nel 2021 e l'Impegno del Consiglio regionale consiste nel mettere a sistema questi eventi all'interno di una ampia scala di valori per esaltare le comunità e le aree interne”. La manifestazione è stata presentata nel corso di una conferenza stampa alla quale hanno partecipato, oltre al Presidente del Consiglio regionale delle Marche Dino Latini, Cristiana Stefanini, Assessore al Turismo Comune di Arcevia, Alfiero Verdini, Presidente dell’Accademia Misena di Roccacontrada, Lara Massi, Unione dei Comuni “Le Terre della Marca Senone”, Massimo Corinaldesi sindaco di Ostra Vetere. La kermesse negli anni scorsi ha richiamato un gran numero di turisti che ‘hanno assediato’ Arcevia per una buon pranzo fatto soprattutto di polenta accompagnata da altre delizie culinarie del territorio. Per questa diciottesima edizione le domeniche durante le quali si svolgerà l’iniziativa sono arrivate a sei, visto il successo ottenuto con gli anni, le ultime tre di febbraio e le prime tre di marzo. Undici i ristoranti ed agriturismi della zona che hanno aderito alla manifestazione diluita nel tempo, tutti pronti a comporre piatti succulenti dove la protagonista assoluta è la riscoperta del mais Ottofile di Roccacontrada (ex nome di Arcevia), che vanta caratteristiche del tutto particolari ed uniche Siamo pertanto di fronte ad una iniziativa di grande valorizzazione del territorio e delle proprie eccellenze perché la domenica oltre ad andare a Polenta si può anche scoprire o riscoprire una città e i suoi tesori. Lo chiarisce l'assessore Cristiana Stefanini, “La manifestazione vuole promuovere questa nostra ricchezza che è la polenta realizzata con il mais ottofile di Roccancontrada, ed ha quindi una carattere fortemente incentrato sull’enogastronomia, ma l’iniziativa non si ferma solo a questo, poiché prevede anche visite guidate alla Collegiata di San Medardo, al Parco Leopardi, al Palazzo Comunale, al Teatro Misa e al centro storico, con la chiesa di San Rocco, il Museo Archeologico e la Chiesa di Sant’Agata, sino al Museo del giocattolo a Piticchio. Enogastronomia, cultura ed arte rappresentano cardini fondamentali per il nostro turismo, che può essere destagionalizzato rispetto alla sola estate. Ringrazio i ristoratori per aver contribuito, e lo fanno da diciotto anni, a questo progetto utile a valorizzare Arcevia e le proprie eccellenza in ogni campo”.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-02-2024 alle 18:07 sul giornale del 09 febbraio 2024 - 80 letture






qrcode