utenti online

x

SEI IN > VIVERE OSIMO >

Festival nazionale del teatro "La Guglia d'oro 2024": l'11 febbraio “gli ultimi saranno ultimi” di Massimiliano Bruno

2' di lettura
98

Una serata di teatro imperdibile attende gli appassionati di scena al CineTeatro Ariston di Agugliano, domenica 11 febbraio. Il sipario si alzerà sulla seconda serata del prestigioso festival "La Guglia d'Oro", presentando "Gli Ultimi Saranno Ultimi", capolavoro di Massimiliano Bruno, che promette di tenere il pubblico con il fiato sospeso.

Con un atto unico da circa 85 minuti, arricchito da coreografie che catturano l'essenza drammatizzata della narrazione, lo spettacolo si snoda attraverso una trama intensa e provocatoria. La vicenda si svolge nell'ufficio dell'amministratrice delegata della Green Life Italia, Carola Liverani, dove un'eterogenea compagnia di personaggi si trova per un confronto notturno carico di tensione. Tra questi, Teresa Nardiello, donna delle pulizie, il guardiano notturno Bruno Sebastiani, l'agente di polizia Raffaella Fumagalli, la trans colombiana Manuela e una donna incinta, Luciana Colacci, che lotta per i propri diritti.

Il confronto si trasforma in un drammatico sequestro quando Luciana, esasperata dall'ingiustizia subita, minaccia con una pistola gli altri protagonisti, chiedendo di riappropriarsi di una vita dignitosa per sé e per il suo futuro bambino.

Questa pièce teatrale è un viaggio emotivo che esplora temi attuali e universali come la disperazione, la giustizia sociale e il coraggio di ribellarsi alle avversità. L'evento è un'occasione unica per immergersi in una produzione che combina talento scenico e rilevanza tematica in un contesto che è già un punto di riferimento culturale per la città.

Non lasciatevi sfuggire la possibilità di assistere a questa rappresentazione di alto calibro. Il CineTeatro Ariston si prepara ad accogliere gli spettatori per una serata che si annuncia già indimenticabile.

Per prenotare i biglietti e garantirsi un posto in questa straordinaria esperienza teatrale, è possibile contattare il numero 345.3339514.





Questo è un articolo pubblicato il 08-02-2024 alle 10:09 sul giornale del 09 febbraio 2024 - 98 letture






qrcode