utenti online
SEI IN > VIVERE OSIMO > ATTUALITA'
articolo

L'Età del Gioco d'Azzardo in Italia: Passato, Presente e Futuro

6' di lettura
26

Gratta e vinci
Nel corso di questo articolo di approfondimento vogliamo soffermarci su un aspetto molto particolare del gioco, ovvero l’età minima per poter accedere nei casinò tradizionali e online. Al momento, come probabilmente già saprai, è di 18 anni, ma il nostro scopo in questo articolo è provare a capire se in passato la situazione era diversa.

Inoltre, scopriremo se potrebbero esserci novità per il futuro. Prima, però, cerchiamo di capire l'importanza di questo settore per l’Italia.

Il gioco d’azzardo in Italia ha una lunghissima storia che arriva a oltre duemila anni fa. È attestato, infatti, che sin dall’Epoca degli Antichi Romani, tutti erano soliti dilettarsi con scommesse e puntate. Tra i giochi preferiti anche dagli Imperatori, ad esempio, c’erano i dadi.

Un ulteriore elemento, poi, che ci aiuta a capire quanto sia stretto il legame tra Italia e gioco è che il primo casinò terrestre nasce proprio in questo Paese. Ci troviamo precisamente a Venezia nel Diciassettesimo secolo, ma poi nel corso del tempo le case da gioco si sono diffuse in tutta la Penisola, salvo poi subire delle crisi e la pressione delle regolamentazioni.

Non a caso in Italia ci sono solo cinque casinò terrestri posizionati in luoghi strategici e ai confini con altre nazioni. Il gioco, infatti, era tecnicamente illegale e solo per limitare il viaggio dei giocatori italiani verso altri casinò stranieri, lo Stato Italiano ha deciso di concedere una deroga ad alcune strutture. Nel Centro e nel Sud Italia, infatti, non ci sono più casinò tradizionali legali in cui poter andare a puntare.

Età Minima Gioco Azzardo in Italia

Come già anticipato nel corso del nostro articolo l'età minima del gioco in Italia è pari a 18 anni compiuti. Tutti i giocatori, infatti, per poter accedere nei casinò tradizionali, in quelli online e anche nelle sale scommesse, devono avere questa età. Al di sotto, l’accesso dovrebbe essere vietato e, se qualche concessionario o gestore non seguisse questa norma, rischierebbe una lunga serie di problemi, tra cui multe, chiusure e il pagamento di un risarcimento.

In Italia, quindi, tutti hanno l’interesse a seguire questa regola, seppur in alcuni centri scommesse tradizionali e Sale VLT, qualche volta si fa finta di non vedere che un ragazzo sia troppo giovane per essere lì.

Non mancano, infatti, casi di cronaca che parlano di chiusure e multe per diversi gestori. L’ente predisposto al controllo è l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli che da alcuni anni ha sostituto l’AAMS in questo ruolo.

L’età minima fissata a 18 anni c’è dal momento in cui il gioco è stato reso legale. Prima, infatti, non vi erano norme specifiche.

Età Gioco Azzardo in Europa e nel Mondo

In Italia, quindi, l'età minima è di 18 anni e fin qui è tutto chiaro. Ma come funziona per gli altri paesi d’Europa e gli Stati Uniti?

Per quanto riguarda i vicini di casa italiani, tutti i paesi hanno ormai uniformato le loro norme a questa età. In qualunque caso, infatti, bisogna avere almeno 18 anni per poter pensare di giocare online. In America, invece, la situazione è completamente diversa, ma ciò dipende anche dal fatto che i vari Stati federali gestiscono in autonomia questo settore. Generalmente, infatti, si può accedere in un casinò, terrestre e online, quando si raggiunge il ventunesimo anno di età.

Nei paesi musulmani, invece, il gioco è totalmente vietato. Stesso discorso anche per il Giappone in cui i casinò sono illegali.

Casinò non AAMS: Cosa Cambia

Per tutti i giocatori che credono di poter evitare questa norma iscrivendosi su Casino non AAMS, abbiamo una brutta notizia. Anche in questi siti, infatti, il limite di età minimo da rispettare è di 18 anni.

Queste piattaforme, infatti, seppur non hanno l’autorizzazione italiana, devono avere comunque una licenza valida e affidabile come quella di Curacao, della UKGC o di Malta. Vuol dire che anche loro devono seguire una serie di norme, spesso stringenti e a favore dei giocatori, tra cui proprio l'età minima.

Il Futuro dell'Industria del Gioco d'Azzardo in Italia

La questione sull’età del gioco d’azzardo in Italia attira sempre diverse critiche e dà vita a una serie di ragionamenti. Grazie all’online, poi, la crescita del gioco in Italia è costante e sempre in positivo. Da alcuni anni il Governo Italiano sta pensando a norme da introdurre per limitare i problemi che nascono dal gioco, in particolare la Ludopatia.

Parliamo di una vera e propria dipendenza dal gioco online che, purtroppo, colpisce sempre più persone. Tra questi, inoltre, ci sono sempre più spesso i giovani che, non avendo ancora piena coscienza dei rischi, si ritrovano già ad essere indebitati a causa delle loro puntate avventate.

Per bloccare questo fenomeno, quindi, lo Stato ha messo in atto una serie di legge. Ad esempio, il divieto totale della pubblicità per i casinò e diverse norme di prevenzione.

Per molto tempo, e il discorso è ancora in atto, poi, si è anche pensato di aumentare l'età minima per il gioco d’azzardo. D’altro canto, questa soluzione implicherebbe non solo una serie di critiche, ma anche delle differenze con altri settori e permessi. Si dovrebbe pensare di modificare la situazione anche per quanto riguarda l'alcool, il fumo e la possibilità di guidare un'auto.

Conclusione

Siamo arrivati alla fine del nostro articolo sull’età del gioco d’azzardo in Italia e abbiamo visto, come già probabilmente sapevi, che è di 18 anni. Prima del raggiungimento di questa soglia, infatti, i ragazzi e le ragazze non possono accedere nei casinò tradizionali né in quelli online.

Ci siamo soffermati, inoltre, sia sul passato di questa norma sia sul possibile futuro che, però, al momento non vede particolari cambiamenti in vista. Uno degli argomenti trattati, poi, è stato il funzionamento dell’età minima nei casinò non AAMS. Questi, infatti, non dovendo seguire le norme dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, rischiavano di diventare un'opportunità per i minorenni in Italia. Come visto, invece, anche i casinò non AAMS devono rispettare l'età minima per il gioco d’azzardo che è pari a 18 anni.

Ora, quindi, se sei maggiorenne puoi iniziare a giocare. Il nostro consiglio, però, è di farlo sempre con la massima responsabilità e attenzione. Se, invece, sei ancora minorenne, non provare a cercare stratagemmi e trucchi per bypassare il limite d’età. Ti ritroverai solo a correre diversi rischi e non ne vale sicuramente la pena.



Gratta e vinci

Questo è un articolo pubblicato il 07-10-2023 alle 08:00 sul giornale del 07 ottobre 2023 - 26 letture



qrcode