utenti online
SEI IN > VIVERE OSIMO > CULTURA
comunicato stampa

Giornate d’autunno del FAI, le Marche inedite

2' di lettura
176

Presentata la XII edizione dell’evento dedicato al patrimonio culturale e paesaggistico italiano. Sabato 14 e Domenica 15 ottobre con i volontari del Fondo per l’Ambiente Italiano potranno essere visitati 47 luoghi spesso inaccessibili. Il Presidente Latini consegna il crest dell’Assemblea legislativa alla Presidente Stipa.

Ci sono palazzi storici, chiese, giardini e borghi nell’elenco dei 47 luoghi visitabili nelle Marche in occasione della XII edizione delle Giornate Fai d’Autunno. La presentazione dell’evento, in programma sabato 14 e domenica 15 ottobre, con il patrocinio e la compartecipazione del Consiglio regionale, è stata ospitata a Palazzo delle Marche, con l’intervento della Presidente Dino Latini e della Presidente del Fai Marche Alessandra Stipa. “Il Consiglio regionale sostiene e aiuta il Fai – ha detto il Presidente Latini – del quale riconosciamo l’entusiasmo, la vitalità, la preparazione”. “Questo appuntamento – ha proseguito Latini - non solo è un’occasione per valorizzare dal punto di vista artistico molti tesori della nostra regione, ma anche per riscoprire la nostra storia. E’ un modo per sollecitare in tutti coloro che parteciperanno alle Giornate un senso di comunità e di responsabilità per il nostro patrimonio”. In tutta Italia saranno aperti 700 siti, solitamente inaccessibili o poco noti, in oltre 350 città. Nelle Marche si propongono 47 visite speciali in 28 località diffuse in tutte le province, a cura delle 5 delegazioni provinciali e dei Gruppi Fai giovani. Confermata la collaborazione con le scuole superiori e la presenza degli studenti “ciceroni”. “Le Marche sono una regione con tanti iscritti e con tanti donatori, che può contare su 1000 volontari – ha spiegato la Presidente - Abbiamo raggiunto i 55mila visitatori nelle passate edizioni e dopo la parentesi del Covid, siamo risaliti lo scorso anno a 39mila”. Le Giornate, spiega la Presidente Stipa, sono anche il principale evento della campagna di sensibilizzazione e di raccolta fondi del Fai, “per restaurare, mantenere, salvare i beni che continuano a donarci, arrivati ad essere 75. Il nostro non è solo un salvataggio, ma la proposta di un modello di gestione che li rende luoghi aperti al pubblico e al tempo stesso luoghi di ricerca storica, artistica e archeologica”. Al termine della presentazione il Presidente Latini ha premiato Alessandra Stipa con il crest simbolo dell’Assemblea legislativa, “per ringraziare il Fai per l’attività che svolge, con spirito volontaristico, dedizione e serietà”.


L’elenco completo dei luoghi aperti e le modalità di partecipazione su www.giornatefai.it e https://fondoambiente.it/il-fai/grandi-campagne/giornate-fai-autunno/i-luoghi-aperti/?regione=MARCHE



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 05-10-2023 alle 18:46 sul giornale del 06 ottobre 2023 - 176 letture






qrcode