utenti online

x

SEI IN > VIVERE OSIMO > ATTUALITA'
comunicato stampa

I Lions tra impegno e piacere

2' di lettura
218

Quella di martedì 26 settembre alla Cantinetta del Conero, è stata per il Club Lions di Osimo una serata ricca di eventi impegnativi e piacevoli Dopo la lettura da parte della Tesoriera Maria Grazia Orsetti del bilancio consuntivo e conseguente approvazione, il presidente Nazzareno Donzelli ha detto che il bilancio preventivo ricalcherà e sosterrà gli impegni programmatici che tendono a valorizzare l’identità e la presenza del Club nella Comunità, in favore dei bisognosi e delle problematiche più rilevanti nel territorio.

Dopo aver assicurato che il Club, supportato anche dai soci Officer, avrebbe lavorato in sintonia con gli intenti del Distretto e del Governatore, Donzelli ha ribadito che gli ambiti degli impegni lionistici riguarderanno: Sport, Disabili, Giovani, Educazione e Scuola, Ambiente, Salute e Comunità. Infine ha elencato i prossimi services e i meeting che mireranno a rafforzare i rapporti con altre Associazioni e favoriranno la beneficenza. La parola è quindi passata al socio Marco Fioranelli, Tesoriere Distrettuale che ha parlato del Terzo Settore, elencando le difficoltà per il Club di adeguarsi alle nuove normative e ai problemi inerenti alla disciplina fiscale, per cui, in sintonia con il presidente, ha suggerito al Consiglio Direttivo di riunirsi per decidere al riguardo. La seconda parte della serata ha visto protagonista il Prof.Nino Finauri, storico dell’Arte e amante del mare e della nautica a vela che ha trattato un tema accattivante: “La Bellezza e L’Arte”, catturando l’attenzione e l’interesse degli ascoltatori.” Bellezza e Arte –così ha esordito il professore- è un binomio che spesso è andato a braccetto. Ma cos’è Bello? E’ un aggettivo che usiamo per indicare qualcosa che ci piace. Sembra che ciò che è bello sia uguale a ciò che è buono, infatti in epoche diverse si è posto uno stretto rapporto tra il Bello e il Buono” Proiettando immagini di opere d’arte Finauri è passato in rassegna alle varie epoche partendo dall’arte dell’antico Egitto, fino ad arrivare all’Arte contemporanea, facendo risaltare i canoni che influenzavano gli artisti, congeniali ai gusti del tempo. Cos’è la Bellezza? Apparenza o sostanza? Entrambe le cose, la Bellezza non è soggettiva, è qualcosa che va oltre il soggetto e che si impone socialmente e supera i limiti del tempo individuale, non è determinata soltanto dall’opinione singola, altrimenti non sarebbe trasmissibile e riconoscibile da altri. “La Bellezza –ha proseguito il professore- non è una combinazione di componenti oggettivi e misurabili, perché nei secoli di storia avremmo certamente capito che le combinazioni non sempre sono belle, ma invece, mutano continuamente e non c’è una formula della Bellezza capace di resistere al tempo e alle differenti culture”



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-09-2023 alle 11:06 sul giornale del 30 settembre 2023 - 218 letture






qrcode