utenti online

x

SEI IN > VIVERE OSIMO > SPORT

Matassoli sulla riforma dell sport: «deluso, era occasione per mette un pò d'ordine»

1' di lettura
372

«Sono rimasto deluso». La commenta così, Valter Matassoli, la nuova e tanto attesa riforma dello sport annunciata in questi giorni. Il dt della Volley Libertas e Volley Young Osimo, infatti, lamenta «un’occasione sprecata che sarebbe potuta servire per mettere ordine in questo contenitore che è lo sport». «Non siamo refrattari ai cambiamenti» ci tiene a precisare. Però è chiaro come uno sforzo in più da parte del legislatore andasse fatto.

«Fa piacere che ci sia stata la disponibilità a dare maggiore concretezza a chi vive di sport, siano allenatori o giocatori» continua Matassoli. «Ma non è solo questione di tutelare chi lavora con lo sport. Anche le società andavano tutelate» per il dt dei biancoblu. Sì, perché «non è possibile mettere sullo stesso piano chi allena una giovanile di Serie A e chi è appena uscito da una scuola per allenatori» spiega. Poi il nodo delle società dilettantistiche. «Sarebbe stato necessario mettere un po’ d’ordine in questo settore» dice Matassoli. Anche nei confronti dei tanti volontari che ogni giorno si impegnano per tenere vive le migliaia Asd d’Italia. «Come potremo inquadrare quelle persone che non solo lavorano per otto ore al giorno ma poi decidono anche di venire a dare una mano in palestra?» si chiede il massimo dirigente osimano. «Ci sono anche restrizioni sul loro inquadramento nella riforma» fa notare. Insomma, si poteva decisamente fare di meglio, magari dando ascolto a quelle stesse società sportive, piccole o grandi che siano, che costituiscono l’ossatura dello sport italiano.



Questo è un articolo pubblicato il 04-08-2023 alle 18:13 sul giornale del 04 agosto 2023 - 372 letture






qrcode