utenti online

x

SEI IN > VIVERE OSIMO > SPORT
comunicato stampa

Debutto in grande stile per l’Atalanta che espugna il Diana all’Inter

4' di lettura
88

I bergamaschi si portano a casa la vittoria con una rete al 71’ di Cassa. L’Inter regge il ritmo della partita ma non riesce a concludere.

Introduzione

Il Lanari - Bellezza continua. Seconda giornata di sfide per le sei squadre Primavera in quel di Osimo. Sull’erba dello Stadio “Diana” sono scese in campo l’Inter e l’Atalanta. I nerazzurri arrivano a questo secondo match forti di una vittoria per 3-1 contro il Bologna nella partita inaugurale del torneo. Per i bergamaschi si tratta invece del debutto.

La cronaca

Il primo “pepe” già al 2’, col bergamasco Riccio che cerca la porta con un calcio di punizione dall’esterno dell’area. La mira è buona ma il tiro non è abbastanza potente e finisce agevolmente sul piede del difensore dell’Inter che spazza. Ci riprova l’Atalanta al 3’ con Manzoni che riceve all'interno dell’area piccola un passaggio dal limite del fondocampo di un compagno. Tira ma la palla viene respinta, rimbalza ed infine è di nuovo un difensore a scaricare la pressione spostando il baricentro verso il centrocampo. Boccone amaro per Vitucci dell’Atalanta all’8’: supera la difesa ed entra nell'area piccola, vince il corpo a corpo col portiere ma per la fretta sbaglia mira e la palla finisce sul fondo senza neanche toccare i legni. Più remissiva l’Inter dei primi minuti, probabilmente impegnata a studiare gli avversari prima di sferrare l’attacco. I nerazzurri sprecano infatti due occasioni in neanche trenta secondi: un calcio di punizione ed un angolo con cui tentano di sfruttare la mischia in area per segnare ma senza riuscirci. Il gioco procede senza grosse emozioni fino al 26’, quando su calcio d’angolo l’Atalanta sfiora il goal. Riceve Armstrong che sta dentro l’area e tira verso la porta. Solo l’intervento dell’interista Cocchi evita il peggio. Bel gioco tra Mate Kouadio che dal lato dell’area trova Miconi sul limite dell’area piccola che tira. L’occasione c’è ma manca la finalizzazione. Brivido al 37’ quando il nerazzurro Quieto la butta dall’angolo nella mischia dell’area. La palla rimbalza tra più giocatori ed arriva sul piede di Di Maggio che sta ad un palmo dallo specchio della porta. Tenta di deviarla col piede ma trova la traversa. Occasione sprecata, ancora reti bianche fino all’intervallo. Al 48’ è la coppia Castiello - Bonanomi dell’Atalanta a far scintille. Con uno scatto dal centrocampo, Castiello riesce a vincere il corpo a corpo con la difesa nerazzurra ma non a tirare, dovendo ripiegare per un passaggio su Bonanomi che però è troppo angolato per provarci. L’Inter si riprende all’51’ e sfiora il gol. Solo un intervento salvifico e dal sapore scenografico del portiere bergamasco Pardel evita la rete. L’Atalanta va in vantaggio al 71’ grazie ad una rete di Cassa che sfrutta la ripartenza da palla ferma di un compagno. L’Inter tenta il tutto per tutto all’82’ con Di Maggio che però spedisce la palla nelle mani del portiere dell’Atalanta. Il match si chiude sull’1 a 0 per gli uomini di mister Bosi.

I commenti

«È stato un match difficile ma contro l’Inter sai che per vincere devi fare una buona partita. Devi soffrire come abbiamo sofferto noi» è il commento a margine di mister Giovanni Bosi, l’allenatore dell’Atalanta. «È stata una partita tosta dal punto di vista fisico. Nonostante il risultato siamo contenti: ce la siamo giocata a testa alta e con coraggio» dice invece Luca Di Maggio, componente della rosa dell’Inter.

INTER – ATALANTA 0-1 (0-0 pt)

INTER: Raimondi, Cocchi (56’ Motta), Bovo (56’ Berenbruch), Stante (56’ Guercio), Akinsanmiro, Kamate (62’ Spinaccè), Quieto (71’ Ricordi), Maye Kouadio, Miconi (56’ Aidoo), Sarr Amadou (62’ Vedovati), Di Maggio. A disposizione: Tommasi, Zamarian, Mazzola, Martini, Dialo. Allenatore: Chivu

ATALANTA: Pardel, Comi, Ghezzi (27’ Buyla), Manzoni, Riccio (56’ Ragnoli), Armstrong (71’ Simonetto), Guerini, Bonanomi (56’ Martinelli), Gariani (71’ Cellerino), Vitucci (56’ Cassa), Castiello (71’ Tornaghi). A disposizione: Sala, Obric, Tavanti. Allenatore: Bosi

Arbitro: Pigliacampo di Pesaro

Reti: 71’ Cassa

Note: ammonito Miconi



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-08-2023 alle 18:07 sul giornale del 04 agosto 2023 - 88 letture






qrcode