utenti online

x

SEI IN > VIVERE OSIMO > ATTUALITA'
comunicato stampa

L’Inter espugna il Diana nella prima del “LANARI-BELLEZZA”

3' di lettura
136

Bella vittoria per 3-1 per i nerazzurri che mettono nel cassetto la prima vittoria sul campo del Diana di Osimo. Decisivi una doppietta di Berenbruch ed il “colpo di grazia” all’81’ di Quieto.

La cronaca

Il grande calcio torna allo Stadio Diana. Al via il Memorial Lanari-Bellezza di Osimo, aperto alle ore 17 di martedì 1° agosto con la prima sfida in calendario, quella tra Inter e Bologna. Due grandi squadre dalla tradizione calcistica di indiscutibile pregio che hanno solcato l’erba del Diana per la prima partita del torneo dedicato alle squadre Primavera. L’Inter passa subito in vantaggio con un goal di Berenbruch che conquista la sfera a metà campo e corre indisturbato fino alla porta. Ci riprova qualche secondo dopo Spinacce, che però trova il muro del portiere bolognese ad un passo dal tiro ed è costretto a buttarla sul lato. Ancora l’Inter con un tiro dal lato di Diallo al 9’ che cerca di fendere la mischia dell’area, senza riuscirci. Il Bologna non riesce ad uscire dall’impasse neanche al 15’ dal fischio d’inizio. Ci prova, avanza fino all’area ma non riesce neanche ad abbozzare una conclusione. L’Inter sembra invece rallentare un po’, forse nel tentativo di conservare le energie in virtù del primo vantaggio acquisito. Il pareggio arriva solo al 25’ con un tiro di Zilio che dall’area riesce a far gonfiare la rete dell’Inter, riportando la parità in campo. Il sorpasso potrebbe arrivare al 32’ grazie a Byar del Bologna: il tiro è pulito e preciso ma manca di un soffio il palo e va sul fondo campo. La risposta dell’Inter non si fa attendere. Prima ci riprova Berenbruch dall’angolo, poi tocca a Martini che arriva fino all’area piccola ma il portiere emiliano gli strappa la palla dal piede un attimo prima che possa tirare. Alla ripresa il Bologna scatta ai blocchi di partenza e già al 47’ tenta di ripartire ma sbaglia. L’Inter si fa pericolosa al 48’ con Berenbruch su calcio di punizione dall’esterno dell’area ma la palla, ancora una volta, manca il legno per il rotto della cuffia. Bel gioco al 50’ tra Diallo e Martini: il primo nerazzurro trova il compagno al centro dell’area, gli passa la palla ma il tiro è impreciso, pur potente. Il Bologna manca l’occasione della rimonta al 57’ con Schiavoni. L’Inter raddoppia al 63’ con la doppietta di Berenbruch e i neroazzurri cercano il terzo goal con un gioco di squadra tra Martini e Motta, senza successo. Poi ci prova Quieto al 77’ su calcio di punizione ma manca la porta. Ci pensa sempre l’attivissimo Quieto all’81 che recupera palla a metà del campo, supera la difesa e va da solo verso la porta. Calcia e la infila nell’angolino basso: c’è il 3-1. Si chiude dunque sul 3-1 la prima sfida del Lanari Bellezza.

I commenti «La chiave di questa vittoria è stata l’intensità che ci abbiam messo in tutti i novanta minuti. Siamo stati veramente aggressivi» commenta Thomas Berenbruch dell’Inter, autore della doppietta che ha permesso ai neroazzurri di guadagnarsi il primo punto e la rimonta. «Abbiamo avuto un po’ di difficoltà sulla costruzione e siamo andati un po’ in difficoltà. Da lì dobbiamo passare ed è giusto continuare: queste partite ci servono per migliorare» dice invece mister Luca Vigiani, l’allenatore del Bologna.

TABELLINO: INTER BOLOGNA 3-1 (1-1 pt)

INTER: Tommasi, Mazzola (59’ Miconi), Guercio, Stante, Berenbruch (71’ Di Maggio), Vedovati (59’ Sarr), Ricordi (59’ Bovo) Martini, Motta (71’ Aidoo), Spinacce (59’ Kamatè), Diallo (67’ Quieto). A disp. Raimondi, Zamarian, Cocchi, Kinsanmiro, Maye Kouadio Allenatore: Cristian Chivu.

BOLOGNA: Gasperini, Mercier, Baroncioni, Byar (41’ Svoboda), Amey, Menegazzo, Rosetti, (64’ Hodzic) Ebone (41’ Busato), Anatriello, Ravaglioli, Zilio (41’ Ferrante) A disp. Verardi, Soldà, Carretti, Schiavoni, Idar, Mangiameli, De Luca. Allenatore: Luca Vigiani Reti: 8’ Berenbruch, 25’ Zilio, 63’ Berenbruch, 81’ Quieto Note: ammonito Rosetti



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 02-08-2023 alle 16:21 sul giornale del 02 agosto 2023 - 136 letture






qrcode