utenti online

x

SEI IN > VIVERE OSIMO > ATTUALITA'
comunicato stampa

Coldiretti Ancona, il km zero contro il caro prezzi: mercati contadini e agriturismi pronti per agosto

3' di lettura
94

I mercati di Ancona chiudono e si trasferiscono sulla Riviera del Conero, sottotono. Bene Senigallia e Falconara. Regge l’ortofrutta ma i rincari non aiutano. La filiera corta resta il modo migliore per avere qualità e contenere l’inflazione

Inflazione, caro benzina e prezzi. In vacanza sulle coste dell’anconetano c’è un minor numero di turisti e a risentirne sono anche le aziende agricole che fanno la vendita diretta dei loro prodotti. Che sarebbe un toccasana se pensiamo al fatto che le attività collaterali (come appunto la vendita dal campo alla tavola o gli agriturismi o tutte le iniziative che ruotano attorno all’agricoltura) rappresentano circa un terzo del reddito delle aziende. Peccato che chi arriva effettua soggiorni più brevi e acquista meno. Almeno sulla Riviera del Conero mentre le piazze di Falconara e Senigallia non sembrano cedere alla crisi con una clientela fatta per la maggior parte di residenti fidelizzati nel tempo anche grazie alla tecnologia (va forte il pre ordine via whatsapp). Tiene botta il comparto dell’ortofrutta fresco nonostante una situazione estremamente difficoltosa per le aziende che stanno pagando un conto davvero salato a causa delle incessanti piogge di maggio e giugno. È quanto emerge dai mercati estivi di Campagna Amica con gli stand gialli che non vanno in vacanza ma, nel caso di Ancona, ad esempio, si trasferiscono al mare. Già sospesi in attesa dell'autunno gli appuntamenti del centro città il sabato in piazza Cavour e la domenica (seconda e quarta del mese) in piazza Roma gli agricoltori di Campagna Amica si apprestano infatti a tirare giù la saracinesca anche al Mercato Dorico di via Martiri della Resistenza. Ultima apertura sabato 5, appuntamento a dopo le ferie al 30 agosto. Nel frattempo sono già ripartite le serate sulla Riviera del Conero con Sirolo (mercoledì e domenica dalle 18 alle 23 al Parco della Repubblica) e Marcelli (lunedì e martedì dalle 18 alle 23 in piazza Miramare). Restano confermati i giovedì di Falconara (piazza Mazzini dalle 8 alle 13) e i sabati a Senigallia (Portici Ercolani dalle 7.30-12.30). Tornando ai turisti, in giro ce ne sono meno. Circa un 20%, stimano gli albergatori, con soggiorni più brevi e budget ridotti rispetto al passato. E l’inflazione non aiuta. Anche se la filiera corta garantita da Campagna Amica ha permesso di contenere i rincari, in generale Istat ha certificato a giugno un aumento dello 6,2% su base annua dei prezzi al consumo. Per agosto, tuttavia, secondo un’analisi Coldiretti/Ixé si muoveranno oltre 20 milioni di italiani nonostante le preoccupazioni per le anomalie climatiche e la preoccupazione per il caro prezzi a partire da benzina e gasolio. In gran parte attratti dalla vacanza di mare ma anche dalla possibilità di una vacanza nel verde che nella provincia di Ancona può tradursi in soggiorni in uno degli oltre 200 agriturismi dell’Anconetano che con 2.500 posti letto, 121 piazzole e 3.200 posti tavola rappresentano sono la miglior vetrina dell’agroalimentare e del lifestyle delle nostre terre.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 02-08-2023 alle 16:23 sul giornale del 02 agosto 2023 - 94 letture






qrcode