utenti online

x

SEI IN > VIVERE OSIMO > ATTUALITA'
comunicato stampa

La Vesta di Castelfidardo crea una lampada coi materiali di scarto di Eni e la presenta al Salone del Mobile

2' di lettura
480

Sabbatini, Ceo: “Primi in Italia a tracciare la filiera in questo settore”.

Ideare, sperimentare, collaborare. Con questi presupposti la Vesta di Castelfidardo ha pensato, realizzato ed è pronta a presentare una lampada da tavolo nata dalla collaborazione tra l’azienda di Gabriele Sabbatini e Versalis, la società di Eni impegnata nella chimica sostenibile e circolare.

Dall’incontro tra due soggetti imprenditoriali diversissimi per storia e dimensione ma vicini nell’obiettivo di dare nuova vita ad un materiale altrimenti di scarto è nato un oggetto non solo utile e sostenibile, ma anche bello ed innovativo.

La sua commercializzazione avverrà corredata della certificazione che ne attesta l’origine delle materie prime e della produzione “e saremo i primi in Italia in questo settore ad offrire tale garanzia della certezza della filiera” – spiego il Ceo di Vesta Gabriele Sabbatini.

La lampada “Duse”, questo il nome scelto in onore della grande attrice teatrale italiana Eleonora Duse che, tra fine ‘800 e primi del ‘900, era considerata una vera diva in tutto il mondo occidentale e che era il simbolo dell’eccellenza italiana nelle arti, sarà presentata al Salone del Mobile di Milano che scatta martedì 18 aprile. Alta poco più di 20 cm e leggerissima, a dispetto delle materie di scarto dalle quali proviene, è cristallina.

La lampada Duse sarà in vendita nei migliori negozi di arredo in Italia e presto anche all’estero. “Grazie al nostro centro stile guidato dalla direttrice artistica Caterina Migliorini – aggiunge Sabbatini – presentiamo al salone tante altre novità come le nuove lampade brighella, il tavolo e le seggiole Vitty, in onore della grande artista Monica Vitti. Il tutto sempre realizzato nel nostro stabilimento a Castelfidardo e garantendo una filiera completamente italiana destinata ad aprire una nuova strada per la manifattura artistica italiana votandosi sempre più alla sostenibilità e allo sviluppo dell’economia circolare”.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 17-04-2023 alle 15:55 sul giornale del 18 aprile 2023 - 480 letture






qrcode