utenti online
SEI IN > VIVERE OSIMO > ATTUALITA'
comunicato stampa

Castelfidardo: Giornata della legalità e delle sinergie che fanno rete a beneficio dei più giovani

3' di lettura
88

Non un incontro episodico, per quanto ricco di messaggi e significati, ma un percorso in cui l’esperienza e la competenza delle Forze dell’Ordine sostiene i passi talvolta fragili dei più giovani “per non finire nella rete”.

Nessun adolescente si senta solo nei momenti delicati della crescita perché c’è una rete di Istituzioni pronta a fare scudo. È questo il senso della giornata della legalità, svoltasi ieri al teatro Astra davanti ad una platea di circa 400 studenti. Un’iniziativa incardinata dalla Polizia Locale di Castelfidardo nell’ambito del progetto ‘Scuole Sicure‘, sviluppato con la determinante collaborazione della Prefettura di Ancona, dirigenze scolastiche del territorio e prefessionisti di altri corpi di Polizia. Un’iniziativa cui non ha mancato di portare il proprio sostegno il Prefetto di Ancona Darco Pellos che ha sottolineato l’importanza di fornire ai ragazzi «gli strumenti migliori per affrontare l’adolescenza e l’età adulta, conoscendo le norme, rispettando il prossimo e il patrimonio comune che a volte viene dato per scontato». Dal sindaco Roberto Ascani, al presidente del consiglio regionale Dino Latini l’appoggio e la convinzione che la sinergia fra istituzioni possa solo incentivare una crescita condivisa. Introdotti dalla sapiente regia e dal coordinamento tecnico degli studenti del “Meucci”, i relatori Luigi Ciccarelli, tenente colonnello Comandante della Compagnia Carabinieri di Osimo e il dott. Luca Russo, analista forense presso le Procure della Repubblica, hanno avviato un dialogo intenso e sorprendente. I temi del cyberbullismo, le conseguenze connesse all’uso dissennato dello smartphone (autentica scatola nera della nostra vita utilizzata con troppa superficialità), alla divulgazione dei dati e dei contenuti multimediali, rischiano di far degenerare uno scherzo o un gioco in un reato dagli strascichi emotivi e legali importanti. Le parole accorate dei relatori e le testimonianze video, come la tragica esperienza della 14enne Carolina Picchio che non ha retto il peso degli insulti e delle umiliazioni circolate sui social network dopo l’illegale diffusione di un filmato, hanno fatto breccia nella giovane platea. “Le parole possono fare male più delle botte”: un concetto che ha aperto a testimonianze spontanee dei ragazzi su episodi di bullismo esercitati o subìti, genuine confessioni a cuore aperto, un dibattito vivace e partecipe, che ha confermato l’empatia instauratasi e l’importanza di fare leva su sensibilità delicate di cui sostenere la crescita. Un’educazione del cuore ed alla legalità che rappresenta, con legittimo orgoglio, un fiore all’occhiello dell’attività della Polizia Locale fidardense, che su questi progetti ha sempre appassionatamente investito tempo e risorse.
A margine dell’evento il comandante Paolo Tondini ha voluto rivolgere un sentito e caloroso ringraziamento al Prefetto, dott. Darco Pellos, al Presidente del Consiglio regionale, avv. Dino Latini , e a tutte le altre Autorità che con la loro presenza hanno arricchito ed onorato la giornata. «Un accorato grazie anche al corpo docente e, ai meravigliosi ragazzi del Meucci che hanno reso ancora più emozionante e tecnicamente ineccepibile l’evento e che, insieme agli studenti, sono stati i veri protagonisti della giornata. Un ringraziamento speciale ai relatori, tenente colonnello Luigi Ciccarelli e dott. Luca Russo, per avere creato un feeling unico, e al cantautore Kekko Silvestre dei Modà che per l’occasione ha voluto inviare un suggestivo video messaggio di incoraggiamento. Nella lunga lista dei ringraziamenti non possono mancare le Amministrazioni Comunali di Castelfidardo e Camerano per avere creduto nella bontà del progetto, l’ufficio tecnico per il supporto logistico offerto e gli uomini e donne della Polizia locale di Castelfidardo e Camerano che non si sono mai sottratti/e alla mie continue e spesso faticose sollecitazioni affinché questa giornata fosse solo la prima pietra di un’accademia della legalità che vorremmo costruire per i nostri giovani concittadini».





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 02-04-2023 alle 15:34 sul giornale del 03 aprile 2023 - 88 letture






qrcode