utenti online

x

SEI IN > VIVERE OSIMO > SPORT
comunicato stampa

Festa al “DIANA” per l'Osimana che agguanta l'Urbino. Mobili:"grati ai ragazzi per queste soddisfazioni"

4' di lettura
216

Osimana in campo al “Diana” di Osimo di fronte ad un nutrito pubblico pronto a caricare la squadra in queste ultime quattro uscite, con in ballo un posto ai play-off: di fronte un Urbino in salute, appaiato a 40 punti, avendo anche vinto l'ultima in casa per 2-0 contro la Sangiustese. Mister Roberto Mobili si presenta con Ruibal a fare il falso nueve, con ai lati Scheffer avanzato e Buonaventura; risponde la squadra di Ceccarini con Calvaeresi e Montesi. Ottimo avvio per i padroni di casa, già al 6'convincente trama giallorossa con Bambozzi che lancia Ruibal dentro l'area di rigore, bello il suo pallonetto che si schianta sulla traversa prima di uscire.

Ancora il mediano che su calcio d'angolo pennella per Labriola, il suo colpo di testa esce di poco al 11'. Al 14' è Scheffer a vedersi annullare il gol del vantaggio per un presunto fallo di mano. Il primo vero pericolo dell'Urbino arriva al 36' col neo entrato Esposito che da ottima posizione tira di sinistro al volo, in extremis è Patrizi ad immolarsi e il tiro viene ribattuto. Col passare dei minuti è l'Urbino a prendere coraggio e ad alzare il baricentro, mentre l'Osimana prova con Ruibal in contropiede ad essere pericolosa. Allo scadere della prima frazione è Bambozzi a sfiorare il vantaggio direttamente su calcio d'angolo. Primo tempo che si conclude a reti bianchi, meglio l'Osimana nella prima parte con l'Urbino che cresce alla distanza.

La reazione urbinate non si fa attendere. Salvifica l’uscita di Chiodini al 49’, che afferra la sfera e spezza il gioco di rimbalzo degli avversari. Bella giocata in area tra Russo ed Esposito che quasi vale il goal all’Urbino al 55’, salvo fischio del direttore di gara che interrompe l’azione per fuorigioco. Ci prova Ruibal al 56’ con una cavalcata dal centrocampo. Davanti a lui c’è un’autostrada ma la difesa urbinate riesce a raggiungerlo da dietro, sorprendendolo e recuperando una palla pericolosa. Ancora Ruibal che al 60’ viene pressato sull’angolo dagli avversari e cerca la conclusione con un tiro a parabola che vola alto oltre la traversa. L’Urbino va vicino al goal per due volte al 66’, prima con una punizione battuta da Dalla Bona e poi con una palla di rimbalzo intercettata da Montesi. Il ritmo si intensifica quando ormai l’orologio segna più di 25 minuti giocati dalla ripresa. Al 71’ è la volta di Russo dall’area, palla deviata dalla difesa giallorossa e spinta sul fondo. La svolta arriva all’81’, qualche minuto dopo l’ingresso di Mingiano. Ed è proprio l’attaccante pugliese a segnare la rete del vantaggio osimano. Una rovesciata da figurina, ideale conclusione dell’assist di Buonaventura su rimessa di Bambozzi. La palla vola sopra la testa degli avversari ed entra in rete proprio nell’angolino. Mancano appena una manciata di minuti alla fine e l’Urbino ritorna in avanscoperta per cercare il goal del pari. E’ Dalla Bona a provarci su calcio di punizione in posizione pericolosa. Anche il tiro è pericoloso ma manca di precisione e vola di poco sopra l’angolo alto. E’ l’85’. Un istante dopo è la coppia Bambozzi – Buonaventura a far sognare il “Diana”. Fiato sospeso sugli spalti per uno scambio di palla che sembra presagire il raddoppio. Buonaventura prepara il tiro ravvicinato ma cede nel contrasto in area con un avversario. Per l’arbitro non c’è il rigore. Arriva il triplice fischio e si chiude sull’1-0 la sfida casalinga dell’Osimana contro l’Urbino. I giallorossi tornano a vincere sull’erba di casa dopo un’astinenza durata 10 giornate, iniziata a gennaio con l’exploit per 2-0 contro il Porto Sant’Elpidio.

A fine match le parole soddisfatte del tecnico dell’Osimana, mister Roberto Mobili: «giocavamo contro una grossa squadra ed è stata una partita tutto sommato equilibrata». Ora tutte le energie andranno concentrate nell’affrontare le ultime partite della stagione. Tre incontri che faranno la differenza per una squadra proiettata verso grandi cose come l’Osimana. «Siamo ancora fuori dai playoff ma io alleno un gruppo forte che sa andare oltre difficoltà e stanchezza. Dobbiamo essere riconoscenti a questi ragazzi per le soddisfazioni che ci danno» chiosa mister Mobili.

OSIMANA – URBINO 0-0

OSIMANA: Chiodini, Bassetti, Bellucci ('72 Mingiano), Calvigioni, Patrizi, Labriola, Ruibal, Bambozzi, Scheffer, Buonaventura, Mercanti ('60 Fermani). A disposizione: Canullo, Pasquini, De Angelis, Di Lorenzo, Diamanti, Falcioni, Micucci. Allenatore: Mobili

URBINO: Stafoggia Andrea, Nisi, Tamagnini, Morani (89' Mele), Carnesecchi, Fiorentini, Montesi, Dalla Bona, Innocenti, Calvaresi (32' Esposito), Russo. A disposizione: Staffoggia Davide, Giunchetti, Venarucci, Cenerini, Haxhiu, Fiorelli, Sergiacomo. Allenatore: Ceccarini

Arbitro: Bini di Macerata

Reti: 81' Mingiano

Note: ammonito Fermani, Montesi, Patrizi, Innocenti, Chiodini, Mingiano, Bambozzi, Buonaventura



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-03-2023 alle 14:16 sul giornale del 27 marzo 2023 - 216 letture






qrcode