utenti online
SEI IN > VIVERE OSIMO > POLITICA
comunicato stampa

Giacchetti (Liste Civiche): "questa amministrazione non dialoga con i cittadini, dalla viabilità al PRG"

2' di lettura
452

Non finisce mai di stupire un Sindaco che prende decisioni, con la Regione a suo dire, senza preoccuparsi delle ricadute sui cittadini. Parteciperò e sono a sostegno del consiglio di quartiere di San Biagio - Aspio che sentiti i cittadini hanno indetto un’assemblea pubblica per discutere della drastica decisione di dividere in due, chiudendo completamente al traffico, il tratto di strada di Via D’Ancona che sarà sottoposta ai lavori di ripristino, dopo la frana di fine gennaio. Non è possibile adottare tale strategia.

Quali sono le vie alternative, oltre agli enormi disagi in caso di chiusura totale della strada, che i cittadini dovrebbero utilizzare per bypassare la strada chiusa? Via Colle San Biagio che porta alla Sbrozzola? Impraticabile e pericolosa per i tratti in cui il manto stradale è impervio, dato che solo alcuni tratti sono stati asfaltati e molti altri sono veramente pericolosi per le buche e l’asfalto che non c’è più. D’altra parte la manutenzione del territorio e quindi delle strade è da anni molto trascurata. E via san Giorgio? Impraticabile. Se fosse stata acquisita a patrimonio Comunale, come da anni i cittadini richiedevano, e questa Amministrazione ha ostacolato, questa arteria sarebbe stata ora di grande utilità. La vera alternativa sarebbe stata la bretella da via Sbrozzola su via D’Ancona (inizio San Biagio andando verso Ancona), progetto esecutivo lasciato dalla Liste Civiche a completamento di via Sbrozzola, che invece è stato del tutto accantonato.

Come i cittadini di San Biagio-Aspio sono preoccupati per decisioni non condivise, raccogliamo molte preoccupazioni dai cittadini che non sanno nelle varie frazioni cosa l’Amministrazione ha deciso in termini di aree edificabili, aree verdi, viabilità nel nuovo piano regolatore (PRG) che a breve verrà approvato in Consiglio Comunale. Il tanto vantato ascolto dei territori mediante l’iniziativa “Arcipelago dei contesti” , non ha indotto nessun ritorno per i cittadini ai quali non è stato comunicata alcuna decisione presa. Tutti siamo all’oscuro di come è stato progettato il piano urbanistico generale, di quale sviluppo è previsto per Osimo per i prossimi dieci anni. E’ ora di dire basta a questo modo di amministrare!



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 06-03-2023 alle 14:44 sul giornale del 07 marzo 2023 - 452 letture






qrcode