utenti online
SEI IN > VIVERE OSIMO > ATTUALITA'
comunicato stampa

ANPI Osimo: Giorno della Memoria, presentazione del volume dello storico Giovanni Taurasi “Le nostre prigioni.Storie di dissidenti nelle carceri fasciste"

1' di lettura
88

In occasione del Giorno della Memoria verrà presentato presso la Biblioteca “F. Cini” il volume dello storico Giovanni Taurasi “Le nostre prigioni. Storie di dissidenti nelle carceri fasciste” edito da Mimesis nel 2021.

L’intento dell’autore è quello di raccontare le pagine forse meno conosciute della detenzione durante la dittatura fascista, non quindi quella dei lager e dei campi di concentramento, ma quelle del confino di polizia e delle carceri fasciste. Non c’è stata solamente detenzione o deportazione dopo le Leggi Razziali, ma durante il Ventennio si ricorreva già ampiamente allo strumento della detenzione e dell’incarcerazione degli avversari politici e di quanti non erano allineati al pensiero unico del fascismo. Non solo figure simbolo dell’antifascismo vennero arrestate e condannate dal Tribunale Speciale come Pertini, Gramsci o Spinelli, ma anche personalità che avevano osato sfidare il regime in modo più o meno efficace, come i nostri Renato Benedetto Fabrizi e Marino Verdolini, il primo addirittura morto di stenti al confino per le condizioni insalubri in cui fu costretto a vivere. I confinati e i detenuti antifascisti però seppero anche riscattarsi e scrissero le pagine più significative e moralmente elevate della nostra storia, la Resistenza e la Lotta di Liberazione prima e la Costituzione poi: per una nemesi della storia, fu proprio Umberto Terracini, confinato, comunista e presidente dell’Assemblea Costituente a firmare la Legge fondamentale che regola il nostro essere comunità. Appuntamento quindi domani, venerdì 27 gennaio, alle ore 17.30 per riscoprire queste piccole grandi storie; converserà con l’autore Gianluca Quacquarini, presidente ANPPIA Marche (Associazione Nazionale Perseguitati Politici Italiani Antifascisti.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-01-2023 alle 16:24 sul giornale del 27 gennaio 2023 - 88 letture






qrcode