Provvidenziale intervento della Polizia di Osimo: salvato uomo che voleva suicidarsi

2' di lettura 02/08/2022 - Nel svolgere un servizio di controllo, nel pomeriggio di lunedì 1 agosto, da parte di una pattuglia del Commissariato della Polizia di Stato di Osimo, a seguito di una chiamata pervenuta alla Sala Operativa del locale Ufficio di Pubblica Sicurezza da personale del 118, si veniva a conoscenza che un uomo di mezza età, residente ad Osimo, il quale aveva dichiarato ad un assistente sociale,che già lo aveva in cura, l’intenzione di togliersi la vita, in quanto in preda da diverso tempo di un forte stato depressivo. Infatti, da quanto appurato successivamente, il soggetto risulta essere già seguito dalle competenti autorità, visto che oltre a soffrire di disturbi depressivi, risulta essere anche consumatore abituale di sostanze stupefacenti, con un evidente aggravamento del proprio stato psico-fisico.

L'uomo, risultato poi essere già seguito dalle competenti autorità, oltre a soffrire di disturbi depressivi, risulta essere anche consumatore abituale di sostanze stupefacenti, con un evidente aggravamento del proprio stato psico-fisico.

L’intervento degli agenti di Polizia, diretti dal Vice Questore Aggiunto Stefano Bortone, è risultato decisivo e tempestivo, in quanto sono riusciti ad entrare nell'abitazione dell’ uomo appena in tempo per evitare il peggio, visto che il soggetto aveva già iniziato ad autolesionarsi le braccia con un taglierino, che immediatamente aveva procurato vistose ferite sanguinanti.

La fase di accesso nell’abitazione, congiuntamente a personale medico del 118, è stata alquanto problematica, visto che all’interno della recinzione della abitazione, vi erano due cani di grossa taglia in forte stato di agitazione. Gli operatori con estrema cautela e sangue freddo, sono riusciti a tranquillizzare i due animali, avanzando verso e scale che conducono all’ingresso della casa.

Tuttavia, poiché ovviamente la porta era chiusa e l’uomo non apriva, nonostante le urla degli agenti, che invano hanno più volte suonato il campanello, risultava a quel punto necessario tentare di accedere all’interno della struttura da una finestra laterale, vicino al portone di ingresso, soluzione che fortunatamente risultava essere fattibile in quanto la finestra era parzialmente aperta.

Una volta entrati, gli agenti hanno trovato l’uomo barcollante e con gli arti superiori copiosamente sanguinanti, e agli stessi con un filo di voce riferiva di volersi suicidare, in quanto stufo di vivere e della propria solitudine.

nel frattempo l’ingresso all’interno dell’abitazione sono entrati gli operatori del 118, che hanno praticato subito le cure del caso, riuscendo ad evitare il peggio per un soffio, trasportando in codice rosso il ferito presso l’ospedale regionale di Torrette.

L'uomo è fortunatamente fuori pericolo di vita.






Questo è un articolo pubblicato il 02-08-2022 alle 17:06 sul giornale del 03 agosto 2022 - 1065 letture

In questo articolo si parla di cronaca, attualità, polizia, territorio, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/di6Y





logoEV