utenti online

L’appello del DG della Volley Young Valter Matassoli ai genitori

4' di lettura 29/07/2022 - La Volley Young Osimo è pronta per la stagione giovanile 2022-23. La società lavora al meglio per riuscire, come sempre, a garantire la massima attenzione alla crescita dei propri atleti. L’ultima annata sportiva è stata quella della ripartenza, dopo lo stop causa covid, ed alcune difficoltà non hanno frenato la voglia biancoblu di fare volley. Una premessa che sarà presente anche quest’anno, in cui sarà necessaria la massima collaborazione da parte di tutti.

“Nonostante le difficoltà che stiamo tutti vivendo quotidianamente, la Volley Young conferma il proprio impegno come partner per il percorso di crescita formativa dei giovani osimani/e attraverso lo sport della pallavolo – commenta il dg Valter Matassoli - Lo faremo con maggior determinazione e convinzione cercando di alzare l’asticella per perseguire quel miglioramento che puntualmente ogni anno non ci è permesso di raggiungere. I fattori per i quali possiamo solo fare passi in avanti sono quelli che contraddistinguono la collaborazione tra società e genitori. Sarebbe sufficiente avere tutti uno stesso credo su come deve essere sviluppata l’attività sportiva. Alla parola sport siamo abituati ad abbinare tanti significati, tutti condivisibili ma che vengono messi o per abitudine o per comodo, davanti al più importante: fare bene lo sport che si è scelto. Se non lo si fa bene, in maniera corretta e seria, tutti gli altri aspetti di contorno allo sport, specie stare insieme per divertirsi…..non hanno rilevanza alcuna. Continuità di applicazione, auto organizzazione, condivisione e rispetto, sono le componenti di base per la pratica seria di qualsiasi disciplina sportiva: ed è qui che chiediamo di migliorare la collaborazione portando la giusta attenzione alle sinergie utili ai giovani per farli venire in palestra senza tralasciare i loro impegni scolastici e amicizie (quelle vere). La vita accelerata ci mette tutti i giorni alla prova ma dobbiamo evitare il più possibile di creare alibi per trovare soluzioni effimere: l’ostacolo lo puoi evitare una volta o due ma alla fine bisogna affrontarlo. Lo sport aiuta per questi aspetti. Noi crediamo che siano i figli a scegliere questo indirizzo sportivo, quindi i genitori devono sostenere la loro scelta. Sempre!” Il dg Valter Matassoli si sofferma su altri aspetti, rivolgendosi ai genitori.

“I nostri programmi seguono le proposte della federazione che ci propone la partecipazione campionati ideali ai nostri gruppi – prosegue il dg biancoblu - Quindi, confronti con altri giovani di altre società e risultati da valutare, con serenità e non come spada di Damocle. Per questo, ma anche per evitare che non si ripeta mai più quello che è successo lo scorso anno (scomparsa del gruppo U14 per fare solo un esempio), vi invitiamo a riflettere un attimo.

Nel momento in cui vorreste portare il figlio\a alla pallavolo verificate se riuscirete a:

1- Collaborare nel motivare vostro figlio\a per partecipare al programma settimanale degli allenamenti e delle partite (chiaramente con le condizioni ideali di salute).

2- Collaborare nel sostenere il programma tecnico individuato per il gruppo in cui è inserito vostro figlio\a.

3- Prendere atto delle precauzioni imposte dai protocolli federali alle quali noi ci dobbiamo attenere.

Come vedete sono solo tre gli aspetti che vi invitiamo a valutare. Se non ci sono questi presupposti, le cose si complicano. Lo scorso anno, oltre all’esempio riportato sopra, abbiamo quasi supplicato la partecipazione sia agli allenamenti che alla partita (in certe circostanze abbiamo rischiato di non arrivare nemmeno a 6). Sicuramente è un aspetto che non ci ha fatto piacere, così come subire alterazioni a programmi avviati per prese di posizione. E’ nostra intenzione ripristinare il percorso tecnico formativo che va dalla U13 (prevediamo tre squadre in questa categoria) alla U18, passando per le Under 14 e 16. Per fare questo dobbiamo proseguire con le iscrizioni ai vari campionati, ma non lo possiamo fare alla cieca. Non vogliamo correre il rischio di sperperare le esigue risorse economiche prendendo impegni oltre che con la federazione (tasse), anche con allenatori, custodi, palestre e spese per attrezzature. Quindi invito tutti i genitori a riflettere e di darci risposta della partecipazione o meno di vostro figlio\a alle nostre attività entro il 26 Agosto contattando o l’allenatore di vostro figlio\a o chiamandomi o contattando la segretaria della società”.






Questo è un articolo pubblicato il 29-07-2022 alle 09:11 sul giornale del 30 luglio 2022 - 260 letture

In questo articolo si parla di pallavolo, territorio, Nef Libertas Osimo volley

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/dinW