utenti online

x

SEI IN > VIVERE OSIMO > SPORT
comunicato stampa

Castelfidardo: Sara Simeoni, una campionessa olimpica per amica

2' di lettura
430

Alla voce ‘Sara Simeoni’, l’enciclopedia Treccani fornisce una descrizione che più eloquente non potrebbe essere. “E’ stata la più grande atleta italiana di tutti i tempi, ineguagliata per quantità e qualità di successi”.

La lunga scia di allori, le quattro Olimpiadi partecipate e tre medaglie vinte tra cui lo storico oro di Mosca del 1980 con record del mondo a 2.01 nell’avvincente duello con la tedesca Ackermann, l’hanno resa una vera icona. Ma ciò che più colpisce e resta è l’estrema disponibilità e serenità con la quale dispensa consigli e promuove i valori dello sport, come accaduto la scorsa settimana al campo sportivo ‘Mancini’. Accogliendo l’invito dell’Atletica 1990 Castelfidardo ‘R. Criminesi’, Sara Simeoni si è sottoposta con naturalezza e simpatia alla raffica di domande formulate dai giovani atleti rivelando aneddoti della sua luminosa carriera. “Nello sport come nella vita occorre impegnarsi: va preso seriamente, ma con la giusta dose di tranquillita, senza timore di sbagliare. Non scoraggiatevi se le cose non funzionano subito e se non arrivano i risultati, ma provate e riprovate, senza avere fretta”. Alla domanda su come orientarsi verso una specialità, Sara ha detto che “usare bene i piedi è la base per tutto: si comincia dalla corsa, poi bisogna affidarsi agli allenatori che sanno come dosare il lavoro”.

La sua è la testimonianza di una ragazza timida, originaria di un piccolo paese, che spinta dalla passione ha gradualmente aumentato gli step. “Per me e la mia famiglia gli studi sono sempre stati la priorità per cui ho imparato a organizzarmi la giornata: a 13 anni facevo un solo allenamento a settimana, poi quando mi sono trasferita a Formia, è diventata un’attività totalizzante: la sera mi addormentavo sul piatto dalla stanchezza ma è stata una mia scelta, come ho scelto di ritirarmi a 33 anni perché non ne avevo più e desideravo diventare madre. Ma voi ragazzi avete l’età giusta per divertirvi: approfittatene!”, ha concluso notando qualche fisico promettente e firmando con piacere autografi e dediche a una generazione che quando lei saltava più in alto di tutti ancora non era neanche nata, ma che ora la porterà nel cuore. Grazie, campionessa di stile e umiltà!





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-07-2022 alle 09:38 sul giornale del 10 luglio 2022 - 430 letture






qrcode