utenti online

Gruppo Consiliare Pd Osimo: "Approvato ieri in Consiglio Comunale il documento programmatico per un nuovo Piano Urbanistico di Osimo"

2' di lettura 17/06/2022 - Approvato ieri in Consiglio Comunale il documento programmatico per un nuovo Piano Urbanistico di Osimo. E’ il frutto del lavoro di squadra, durato circa un anno, di un’equipe formata da dirigenti comunali, Università Politecnica delle Marche, Ordini professionali e giovani laureati. L’obiettivo è stato quello di analizzare la situazione attuale del territorio, anche attraverso rilevazioni cartografiche aeree, e fissare gli obiettivi della futura pianificazione urbanistica della città. E’ il primo passo verso un nuovo Piano Regolatore Generale che vorremmo approvare entro i primi mesi del 2024.

Il precedente Piano Regolatore del 2008 era figlio della bolla immobiliare di quegli anni, dell’espansione edilizia senza freni e spesso senza scrupoli. Fu approvato nonostante le osservazioni contrarie della Provincia, perché ciò che contava era costruire, incamerare gli oneri di urbanizzazione e incassare l’Imu su quelle aree fabbricabili, in larga parte sub-iudice della Provincia e di fatto non edificabili perchè a rischio contenzioso. Qual è stato il risultato? Che presto il meccanismo si è inceppato. Soltanto il 4% di quel Piano Regolatore è stato effettivamente realizzato. Quella bolla immobiliare è scoppiata lasciando ferite e feriti sul campo: fidejussioni false, lottizzazioni incomplete, opere mai realizzate (parchi, strade, marciapiedi) o fatte male. Il più grande fallimento del vecchio Prg è stata la strada di bordo a sud, la regina di tutte le incompiute . Doveva essere il fiore all’occhiello delle Liste Civiche, avrebbe dovuto deviare il traffico pesante dalla zona nevralgica della città, ma in realtà era una semplice strada interna che non avrebbe risolto alcun problema, con un tracciato in mezzo alle case che non è mai stato realizzato (per fortuna!).

Ora spetta a questa maggioranza sanare quelle ferite. Il punto di partenza è stata proprio l’approvazione di questo documento programmatico, che fissa i principi base del prossimo piano regolatore: stop al consumo del territorio, rigenerazione urbana, sostenibilità ambientale. Si deve passare dalla quantità alla qualità. Il nuovo Prg dovrà contenere anche un piano particolareggiato del centro storico, un piano del verde, un piano per l’abbattimento delle barriere architettoniche. E poi una vera strada per deviare il traffico pesante dal centro della città: la Variante a Nord, da finanziare con risorse sovracomunali, svincolata da nuove previsioni edificatorie e integrata da forme di compensazione ambientale, come tracciati di mobilità sostenibile e infrastrutture verdi.

Il percorso è iniziato e proseguirà nei prossimi mesi all’insegna del confronto e dell’ascolto. Siamo partiti con l’iniziativa dell’arcipelago dei contesti, per raccogliere le istanze e dei cittadini attraverso i consigli di quartiere. Nei prossimi mesi continueremo con iniziative di informazione e partecipazione, affinchè il Piano Regolatore sia uno strumento conosciuto e condiviso da tutta la città.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 17-06-2022 alle 18:43 sul giornale del 18 giugno 2022 - 202 letture

In questo articolo si parla di attualità, politica, territorio, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/dbLJ





logoEV
qrcode