utenti online

Castelfidardo: “Amico vigile”, il progetto di educazione stradale della Scuola dell’Infanzia Fornaci

4' di lettura 04/06/2022 - “Amico vigile” è il progetto di Educazione stradale promosso e realizzato dalla Scuola dell’Infanzia Fornaci di Castelfidardo, in collaborazione con il Comando della Polizia Locale. Un titolo nato dalla fantasia dei piccoli alunni che, a conclusione del progetto, hanno denominato amico colui che “aiuta i bambini a sentirsi più sicuri per strada”. Un amico è una persona di cui ci si può fidare, che non fa paura ed è bello scoprire che i bambini siano giunti ad avere questa percezione del vigile: una figura istituzionale, ma amica, che non è solo addetto a fare multe in senso punitivo ma è preposto a far rispettare le regole della strada a garanzia della sicurezza di tutti i cittadini

Le motivazioni pedagogiche e sociali che hanno indotto ad un progetto di questo tipo sono di grande rilievo – spiega la prof. Gabriella Carrozza, responsabile di plesso Scuola dell’Infanzia Fornaci Istituto Paolo Soprani – La scelta da parte delle insegnanti di proporre un percorso di educazione stradale, nella più ampia visione di un progetto di educazione alla legalità e alla cittadinanza attiva, nasce dall’esigenza di favorire, attraverso attività ludiche, la conoscenza e l’interiorizzazione di comportamenti corretti e adeguati sulla strada, fin dalla tenera età, fondamentali nel percorso di crescita del bambino in qualità di futuro cittadino consapevole e responsabile; far conoscere le figure a cui far riferimento nei momenti di necessità; sollecitare la conoscenza dei linguaggi non verbali quali sono i semafori, i segnali stradali, le insegne luminose, i lampeggianti, le sirene. L’obiettivo più importante è quello di sensibilizzare le famiglie al rispetto delle basilari norme di sicurezza quali le cinture correttamente allacciate, il posizionamento dei bambini in auto negli appositi seggiolini, l’uso del casco quando si va in moto e in bici. Un progetto che ha abbracciato l’intero anno scolastico e che si è sviluppato mediante molteplici attività strutturate: racconti, canzoncine, poesie, attività di drammatizzazioni, realizzazioni di cartelloni e segnali stradali, simulazioni di percorsi stradali e la visione del bellissimo cartoon “Lello il cartello”, nato proprio a Castelfidardo grazie ad un lavoro sinergico tra le istituzioni della città, la polizia Locale e l’IIS Laeng-Meucci. Il lavoro poi è continuato anche fuori dalle mura scolastiche con le uscite didattiche tra le vie del centro storico di Castelfidardo, alla scoperta dei segnali stradali.

Il momento più significativo è stata la visita che i bambini hanno potuto fare, accompagnati dalle insegnanti, presso il Comando della Polizia Locale guidato dal Comandante Paolo Tondini che, molto sensibile alle problematiche connesse all’educazione stradale ed essendo promotore di tante iniziative con i ragazzi delle scuole fidardensi, ha accettato sin da subito molto volentieri la nostra visita e ci ha messe nelle condizioni di realizzarla. Nonostante gli impegni istituzionali, ci ha riservato un’accoglienza degna di nota e ha dedicato ai bambini tutto il tempo necessario per spiegare loro funzioni e compiti dei vigili urbani, illustrando i mezzi in loro dotazione, spiegando l’uso di lampeggianti e sirene, facendo visitare loro gli uffici e soprattutto la sala operativa, cuore pulsante del comando.

Il progetto ha avuto un seguito ancor più completo e formativo quando Il dottor Tondini e un suo collaboratore ci hanno onorati della loro presenza a scuola per assistere ad una breve lezione di educazione stradale. Nel salone della scuola è stato allestito un mini percorso con segnali stradali, semaforo, strisce pedonali e i bambini hanno simulato tutte le possibili situazioni di rischio che si possono verificare per strada. Nella stessa occasione i bambini hanno potuto visionare le divise che indossavano i vigili e i loro “strumenti di lavoro” (paletta, fischietto, manette, ricetrasmittente, pistola).

La figura del vigile, ovviamente ha catturato il loro interesse e ha offerto spunti per attivare conversazioni sulle regole di educazione stradale, legate all’esperienza diretta dei bambini: regole di comportamento dei pedoni e norme di sicurezza per bimbi a bordo. Il Comandante non ha avuto solo un ruolo di osservatore, ma si è lasciato coinvolgere dal “gioco”, mettendosi alla pari dei bambini, rispondendo a qualsiasi domanda, spiegando loro con tutta la chiarezza possibile quanto sia importante per loro e per i loro familiari utilizzare la strada con l’accortezza necessaria affinché non si verifichino situazioni spiacevoli e a volte gravi. A conclusione della mattinata i bambini hanno donato al Comandante un libricino riassuntivo delle varie esperienze realizzato da loro.

Il bilancio del progetto, pertanto, è stato molto positivo, i bambini si sono dimostrati coinvolti e partecipi ad ogni attività proposta. E’ doveroso ringraziare da parte mia, in qualità di Responsabile di plesso e di tutto il corpo docente della Scuola dell’infanzia Fornaci, da parte dei bambini e delle loro famiglie, la Polizia locale di Castelfidardo, il Comandante Paolo Tondini, per la sua disponibilità e per il prezioso contributo nella realizzazione di questo progetto e ci auspichiamo una più stretta collaborazione nel prossimo anno scolastico, utilizzando anche la pista didattica di cui dispone la città in zona Campanari.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-06-2022 alle 14:52 sul giornale del 05 giugno 2022 - 333 letture

In questo articolo si parla di scuola, attualità, castelfidardo, Comune di Castelfidardo, comune, territorio, progetto, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/c0GJ