utenti online

x

SEI IN > VIVERE OSIMO > SPORT
comunicato stampa

Beffa per il Castelfidardo, a Fano arriva un pari che condanna i biancoverdi

3' di lettura
90

Al Castelfidardo non riesce l'impresa e viene raggiunta dal Fano al 90' sull’1-1. Ai biancoverdi non è bastata una prestazione di spessore, seppur contro un agguerritissimo Fano, che grazie al pareggio strappato in extremis può proseguire la prossima stagione in categoria, mentre ai fidardensi per il prossimo anno tocca il campionato in Eccellenza.

Mister Enrico Piccioni può contare su Perkovic in avanti e sulla dinamicità di Braconi alle spalle di Bracciatelli, con il Fano che punta tutto sul trio Herrera-Broso-Trillò. Padroni di casa subito pericolosi dopo appena due minuti con Broso che da ottima posizione tira a lato di poco. Al 18' i biancoverdi passano in vantaggio con un’azione strepitosa iniziata dal duo Perkovic - Bracciatelli e finalizzata da Fermani che dal limite dell'area piazza un fendente sotto la traversa. La partita si mantiene a ritmi elevatissimi e la squadra di Catalano si fa vedere sempre con la sua punta di diamante Brosio ma il suo colpo di testa finisce a lato al 27'. I granata si rendono pericolosi col suo centrale Karkalis, il suo sinistro velenoso sfiora la traversa al 38'. Nell'azione seguente contropiede ben avviato da Bracciatelli che allarga per Cusimano, il centrocampista non vede Braconi da solo in area ma tira da posizione defilata e Tzafestas para senza problemi. Al 46' l'arbitro Marchioni concede un fallo per un contatto alquanto dubbio con Herrera che cade a terra: quest'ultimo si presenta dagli undici metri ma angola troppo e il primo tempo si conclude con il Castelfidardo meritatamente in vantaggio per 0-1.

Avvio di ripresa con il Fano che si getta in attacco nel tentativo di recuperare il risultato. Uno dei punti cardine nella stagione del Castelfidardo è stata sempre la solidità difensiva e lo si nota anche in questa partita. Al 49' è Zanni che scalda le mani a Demalija ed al 55' ancora Karkalis su calcio da fermo si rende pericoloso ma Gega devia in angolo. Al minuto 91' arriva la doccia fredda per il Castelfidardo: quando i biancoverdi sembravano amministrare il vantaggio, su una palla in mischia dentro l'area di rigore il neo entrato Casolla, in posizione dubbia, fredda Demalija in semi rovesciata per il pareggio che significa tempi supplementari.

Negli ulteriori 30 minuti di gioco i fisarmonicisti si propongono generosamente in avanti ma non riescono a trovare l’occasione giusta. Il Fano regge bene l’urto e al 119’ sfiora il 2-1 con la traversa di Casolla. Per i biancoverdi rimane tanto amaro in bocca per questo epilogo beffardo. “Dispiace per i ragazzi che si sono impegnati al massimo – commenta mister Piccioni – Abbiamo fatto una rincorsa grandissima e stavamo raggiungendo l’obiettivo fino al 91’. La squadra ha tenuto bene il campo e potevamo chiuderla perché non siamo riusciti a concretizzare due-tre occasioni interessanti però diciamo che al Fano abbiamo concesso poco fino al 91’. Dispiace però che su certi episodi ci sia stata poca attenzione da parte della terna arbitrale”.

ALMA JUVENTUS FANO – CASTELFIDARDO CALCIO 1-1 (0-1 pt)

ALMA JUVENTUS FANO (4-2-3-1): Tzafestas, Zanolla, Vavassori, Karkalis, Del Rosso (75’ Serges), Zanni (70' Likaxhiu), Scoppa (87’ Ricci), Varriale, Trillò (102’ Mane), Herrera (62' Casolla), Broso A disp. Olivieri, Tommassini, Pensalfini, Falivene All. Catalano

CASTELFIDARDO CALCIO (4-3-3): Demalija, Morganti (109’ Landi), Gega, Baraboglia, Baldoni (97’ Cvetkovs), Marcelli, Cusimano, Fermani (92' Camara), Bracciatelli (84' Faye), Braconi, Perkovic (90' Murati) A disp. Palombo, Fabiani, Faraoni, Camara, Markiewicz All. Piccioni

Arbitro: Marco Marchioni di Rieti

Reti: 18’ Fermani, 91’ Casolla

Note: Ammoniti: Zanolla, Baldoni, Bracciatelli, Vavassori, Demalija, Karkalis, Barbaboglia, Ricci, Casolla.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-05-2022 alle 08:10 sul giornale del 30 maggio 2022 - 90 letture