Castelfidardo: Michael Belleri bissa il successo al G.P. Santa Rita. Unico a riuscirci nei 40 anni della “Due Giorni”

2' di lettura 22/05/2022 - Michael Belleri, portacolori della Biesse Carrera, scrive un altro pezzo di storia della Due Giorni Marchigiana. Dopo aver trionfato nella passata edizione, riesce, unico nei 40 anni della corsa fidardense, a replicare con una vittoria imperiosa, costruita nell’ultimo giro.

Transita in testa al suono della campana e nella discesa tenta l’allungo, mettendo da parte un margine di 10 secondi. Conosce certo alla perfezione il tracciato.

Per questo imposta una gara tutta d’attacco nel finale. Rischia però di comprometterne il buon esito per un problema tecnico. Il salto della catena ad un chilometro e mezzo. Viene ripreso ma la voglia di mettere a segno il suo primo successo stagionale è troppo forte. “Ho temuto di compromettere il lavoro della squadra. Ma siamo in un momento di grazia e questo successo corona il lavoro di questi mesi. Ho voluto onorare quel numero 1 che portavo come dorsale”.

Tiene testa negli ultimi cento metri a Francesco Busatto ed a Samuele Zambelli, con il gruppo tutto sfilacciato sulla salita di S. Agostino. Un arrivo imperioso come quello che aveva fatto vedere lo scorso anno.

LA GARA – Nei primi 13 giri pianeggianti da segnalare solo qualche scaramuccia movimentata più che altro dai velocisti, intenti a saggiare il percorso che li vedrà protagonisti all’indomani. Gli scalatori, fino a quel momento più defilati, si fanno vedere appena inizia lo strappo di S. Agostino.

Il chilometraggio ed i continui saliscendi, oltre alla presenza del primo anticiclone stagionale, rendono questa prima giornata particolarmente ostica. Ne è la riprova il ritiro di ben 130 corridori.

La gara si ravviva, come sempre, nei passaggi in salita. Il Gran premio della Montagna va a Walter Calzoni, seguito dall’Ucraino Kyrylo Tsarenko (entrambi della Gallina Ecotek). Quest’ultimo tiene la testa della gara per due passaggi consecutivi, venendo poi riassorbito dal gruppo.

Si avvicendano in testa Calzoni, poi il marchigiano Zandri. Il finale è tutto sulle gambe del solito Belleri. Che scrive ancora il suo nome nell’albo d’oro dello Sporting Club S. Agostino.

Domani gran finale sempre dalle 13.30 al Cerretano con il “G.P. Città di Castelfidardo” che vedrà un percorso pianeggiante disegnato per i velocisti.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-05-2022 alle 07:49 sul giornale del 23 maggio 2022 - 214 letture

In questo articolo si parla di sport, ciclismo, territorio, gara, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/c8x3





logoEV
logoEV