utenti online

La precisazione del titolare della Cremeria del Vicolo su quanto accaduto

3' di lettura 17/02/2022 - Riceviamo e pubblicazione la precisazione, da parte del titolare della "La Cremeria del Vicolo" in merito all'articolo pubblicato il 14 febbraio 2022.

"La Cremeria del Vicolo intende precisare alcune questioni in ordine agli articoli apparsi sulla stampa locale inerenti alla chiusura disposta per gg. 15 dall'Autorità di Pubblica Sicurezza.

Il provvedimento non è di chiusura ma di sospensione del reparto bar tant'è che saremo regolarmente aperti come gelateria.

Il locale in 8 anni di attività non è stato mai sansionato per alcolici a minori solo in queste due ultime settimane dopo decine di controlli in un solo caso a 2 clienti 17enni è stato somministrato alcool dopo avergli chiesto green-pass ed aver conteggiato male l'età. Un errore di calcolo dovuto all'agitazione: c'erano le pattuglie fuori, non è stato certo un gesto volontario di masochismo.

Per questo errore siamo diventato il locale che da da bere a tutti minorenni.

La movida osimana è composta da soggetti di tutte le età che frequentano i vari locali del centro e ogni locale ha un suo targhet, il nostro è rivolto principalmente ai più giovani, perchè vendiamo gelati e biscotti, frappè ed estathe, ora dopo il covid sono diventati i più moletsi, in tutta Italia, ma essi sono figli e nipoti degli abitanti di Osimo, li vogliamo eliminare?

E sono molesti solo perchè frequentano la Cremeria o anche perchè vanno al lunapark o al mercato coperto o a Piazza Nuova? Non è un problema di locale ma dei ragazzi che devono essere controllati e pagare le conseguenze di ciò che fanno, non cavarsela con un richiamo verbale e intanto si mettono in croce i commercianti.

Se tra la clientela della Cremeria ci sono stati e ci sono degli individui già noti alle forze dell'ordine perchè con precedenti, non può essere una colpa di chi lavora nel commercio e non si può certo informare sulla fedina penale di tutti, adulti e ragazzi. Questo non spetta a noi.

Che sia per droga o per guida in stato d'ebbrezza queste sono informazioni che hanno le Forze dell'Ordine: all'interno del locale non circola droga e non sono tollerati ubriachi.

Riteniamo che il trattamento riservato ad un lavoratore e alle due dipendenti, ragazze serissime e professionali, che sanno di lavorare per persone serie che pensano solo al lavoro e alla famiglia, in un ambiente sano e non di tolleranza come ci si vuole far passare, non sia giusto.

Ci scusiamo con il resto della nostra clientela di tutte le età perchè accomunati a pochi elementi negativi solo perchè vengono a prendere un gelato.

Segnaliamo anche l'annullamento del verbale per il green-pass che ci è stato contestato come non regolare mentre noi e la ragazza controllata continuavamo a sostenere che era un errore dell'app.

Multa annullata dal Questore, ma ancora sui giornali e sui social viene sostenuto che il locale non fa i controlli di legge."


Titolare della Cremeria del Vicolo Enrico Ionna





Questo è un articolo pubblicato il 17-02-2022 alle 12:16 sul giornale del 18 febbraio 2022 - 2099 letture

In questo articolo si parla di attualità, territorio, replica, titolare

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cMjV





logoEV
logoEV