utenti online

Giornata mondiale dell'epilessia, il consigliere regionale Santarelli: «Accendiamo la luce su una patologia che colpisce l'1 per mille delle persone nel mondo»

2' di lettura 11/02/2022 - «Importante ricordare le associazioni, auspico venga accolta la richiesta di una sede dell'AMCE all'interno dell'ospedale di Torrette»

A pochi giorni dalla Giornata internazionale dedicata all'Epilessia, fissata quest'anno per lunedì 14 febbraio, il consigliere regionale Luca Santarelli (Rinasci Marche) invita ad aderire all'iniziativa per sensibilizzare cittadini e istituzioni su «una patologia che si manifesta con un insieme di condizioni e che interessa l'1 per mille delle persone in tutto il mondo, indipendentemente da fattori legati alla comunità di appartenenza e al sesso» – spiega Santarelli, infermiere, oltre che consigliere regionale, della Clinica neurologica di Torrette.

«Questa iniziativa è promossa dalla Lice, la Lega italiana contro l'Epilessia, un'associazione scientifica composta da medici, di cui ogni regione ha un suo referente. Per le Marche è la dottoressa Nicoletta Foschi, medico epilettologo, responsabile del Centro di epilessia degli Ospedali riuniti di Ancona».

Il consigliere sottolinea anche «l'importante ruolo svolto dalle associazioni che collaborano con la Lice. Ricordo l'Amce (Associazione marchigiana lotta contro l'epilessia), presieduta da Gabriella Venanzi, alla quale auspico venga dedicato, come chiedono i suoi rappresentanti, uno spazio all'interno dell'ospedale di Torrette. Per i bambini, sul territorio opera la Fa.np.ia (Famiglie neuropsichiatria infanzia e adolescenza), presieduta da Barbara Guidi».

Per aderire a questa ricorrenza è stata richiesta la collaborazione degli enti locali, illuminando con il colore viola, adottato a livello internazionale, le sedi istituzionali e gli edifici pubblici. «L'adesione parte dal Consiglio regionale – informa Santarelli – e coinvolge molti Comuni di tutte le province marchigiane».

Al momento partecipano all'iniziativa nella provincia di Ancona, oltre al Capoluogo, Castelfidardo, Chiaravalle, Corinaldo, Falconara Marittima, Jesi, Loreto, Osimo, Sassoferrato, Senigallia, Serra De’ Conti, Sirolo, Tre Castelli. Nella provincia di Fermo aderiscono i comuni di Fermo, Montegiorgio, Monterubbiano, Moresco, Monte Vidon Corrado, Porto San Giorgio e Porto Sant’Elpidio. Nella Provincia di Ascoli Piceno partecipano Ascoli Piceno, Grottammare, Offida e San Benedetto del Tronto.

Per la provincia di Macerata aderiscono Macerata, Belforte del Chienti, Mogliano, Monte San Giusto, Monte San Martino, Recanati e San Severino Marche. Infine nella provincia di Pesaro – Urbino partecipano Pesaro, Cagli, Carpegna, Gradara, Fano, Mercatello sul Metauro, Peglio, Piobbico, Sant’Angelo in Vado, Urbino e Vallefoglia. Verranno inoltre illuminate in viola le cattedrali di Urbino e di Macerata.


da Luca Santarelli, Consigliere regionale (Rinasci Marche)







Questo è un articolo pubblicato il 11-02-2022 alle 19:29 sul giornale del 13 febbraio 2022 - 160 letture

In questo articolo si parla di attualità, politica, territorio

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/cLit





logoEV
logoEV
qrcode