Ancona: giovani in crescita nel sabato indoor. Nei 200 metri Ghergo debutta con il personale

2' di lettura 16/01/2022 - Nei 200 metri Ghergo debutta con il personale, si migliora anche la promessa Spuri al maschile. Domani il Memorial Alessio Giovannini in diretta streaming su atletica.tv

Nel segno dei giovani, al Palaindoor di Ancona, il meeting che apre il secondo weekend di gare. Sui 200 metri crescono i velocisti e prende il via la stagione di Angelica Ghergo. La 19enne osimana, protagonista l’anno scorso in maglia azzurra, firma il record personale in 25”38 con quindici centesimi di progresso. Un risultato che vale il quarto crono della giornata per la portacolori dell’Esercito, campionessa italiana juniores dei 400 ostacoli ma anche medaglia di bronzo con la 4x400 ai Mondiali e agli Europei under 20. Torna a migliorarsi Sonia Kebe (Cus Parma), 23enne di Corridonia, in 25”11 con il secondo tempo complessivo mentre nella serie successiva la junior romana Sara Cirillo (Fiamme Gialle Simoni) scende a 25”10. Settimo posto di Giada Bernardi (Sef Stamura Ancona, 25”68) e ottava Chiara Menotti (Atl. Avis Macerata), classe 2004 di Montecassiano, con il personale di 25”73

Tra gli uomini il 21enne fabrianese Matteo Spuri (Atl. Fano Techfem) demolisce il proprio limite con 21”89 che vale il terzo posto e si toglie la soddisfazione di precedere al fotofinish l’emiliano Alessandro Ori (La Fratellanza 1874 Modena), tricolore under 23 all’aperto. Davanti c’è Filippo Cappelletti (Osa Saronno Libertas) a sfrecciare in 21”27 e così il varesino, bronzo europeo under 20 della 4x100, diventa il quarto di sempre a livello nazionale tra gli juniores. Al personale anche il bresciano Andrea Federici (Atl. Biotekna), secondo in 21”31. Notevoli le cifre di partecipazione, soprattutto sul giro di pista, con 21 serie maschili e 17 femminili disputate.

La sfida tra azzurri sui 1500 metri vede il successo di Federico Riva con 3’42”75 all’esordio, migliorandosi di quasi tre decimi. All’inizio dell’ultima curva il 21enne romano delle Fiamme Gialle piazza il sorpasso decisivo, quando mancano cento metri al traguardo, e sorprende il compagno di club Yassin Bouih (3’43”81), pluricampione italiano della specialità. Applausi per il 17enne Filippo Sanna (Sef Stamura Ancona) che in 4’04”08 toglie oltre due secondi al personale outdoor, piazzandosi al tredicesimo posto.

Nel triplo la sangiorgese Francesca Cuccù (Team Atl. Marche) debutta nella categoria juniores saltando 11.68, invece è quarta Silvia Del Moro (Tam, 10.79) e sesta con il suo primato l’allieva Elisa Sireteanu (Sef Stamura Ancona), che atterra a 10.71. Sulla pedana dell’asta 5.10 di Eugeniu Ceban (Atl. Libertas Orvieto), settimo lo junior Tommaso Boriani (Sef Stamura Ancona) con 3.50. Domani un’intera giornata di gare che prevede il meeting giovanile dalle ore 9.00 e quello assoluto dalle 14.30 valido come Memorial Alessio Giovannini, a tre anni esatti dalla scomparsa, tutta in diretta video streaming su www.atletica.tv.

(Foto di Andrea Muti)






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 16-01-2022 alle 10:26 sul giornale del 16 gennaio 2022 - 147 letture

In questo articolo si parla di attualità, sport, atletica, fidal marche, territorio, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cFwm





logoEV
logoEV