Offagna: cittadinanza onoraria a Tamberi, tanti i giovani sportivi presenti alla cerimonia

3' di lettura 23/11/2021 - Si è svolta nel pomeriggio di domenica 21 novembre, ad Offagna, la consegna della Cittadinanza Onoraria a Gianmarco Tamberi. Il campione olimpico di Tokio 2021 è stato accolto dai cittadini del borgo medievale con grande affetto, Tamberi e la sua famiglia hanno vissuto ad Offagna e domenica ad accoglierlo c’erano i vecchi amici, le insegnanti di scuola, un corposo pubblico che con lui ha voluto condividere la consegna della cittadinanza onoraria.

A presenziare la cerimonia il Sindaco Ezio Capitani, il presidente del Coni Marche Fabio Luna con la conduzione del giornalista Luca Falcetta. Il primo cittadino nel corso della cerimonia ha più volte sottolineato l’importanza dello sport nella vita dei giovani e di come i talenti vadano coltivati, di come tutta la comunità di Offagna abbia sempre seguito le imprese di Tamberi e di come con lui abbiano gioito delle vittorie conquistate.

Anche il Presidente Luna del suo intervento ha sottolineato i molteplici risultati raggiunti del campione olimpionico e di come abbia sempre seguito, con particolare affetto le sue imprese sportive.

Presenti alla cerimonia anche i giovanissimi dello sport di Offagna con il Volley e l’ASD Giovane Offagna, una corposa presenza di giovanissimi sportivi che dopo le foto di rito con il campione e gli autografi hanno letteralmente circondato Tamberi facendogli moltissime domande, proprio come succede quando si incontra una figura di riferimento, in questo caso in ambito sportivo, con la curiosità di sapere il più possibile, dagli allenamenti, ai dubbi, ai momenti difficili alle tante vittorie che attraversano la vita di uno sportivo di alto livello come Tamberi.

Sul palco a fine cerimonia è intervenuto anche il presidente della ASD Giovane Offagna Alessandro Andreoli, da sempre impegnato nello sport, soprattutto con i giovanissimi nella comunità di Offagna che ha dichiarato: “i ragazzi della giovane Offagna erano in tantissimi domenica in piazza per salutare e abbracciare un grande campione Gianmarco Tamberi che in mezzo alla sua gente si è lasciato coccolare dimostrando grande sensibilità e umanità. Vedere i ragazzi della nostra società sportiva con gli occhi illuminati per aver conquistato un autografo è stato bellissimo... Ma credo che il regalo più bello Gimbo ce lo ha fatto consegnatoci tre immagini stupende Se hai un sogno, coltivalo e credici: è l'unico modo per farlo diventare realtà. Quello che conta di più nella vita come nello sport è non fallire nei momenti importanti Non mollare mai anche quando il sogno per cui hai lottato sembra svanire a pochi metri da te (magari a causa di un infortunio...). La voglia di realizzarlo, la determinazione, l'impegno il sacrificio sono quelle cose che fanno la differenza tra un atleta dotato e un campione vero. Grazie Gimbo perché la testimonianza della tua storia sportiva è una favola che insegna tante cose ai nostri giovani. A presto... E in bocca al lupo.”








Questo è un articolo pubblicato il 23-11-2021 alle 10:45 sul giornale del 23 novembre 2021 - 131 letture

In questo articolo si parla di attualità, sport, cerimonia, campione, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cvJY