Simoncini conquista tutti al salone internazionale del libro

1' di lettura 18/10/2021 - Presentato al Lingotto il volume realizzato dopo un lungo ricovero in ospedale: “Ho rischiato più volte di morire, il libro una sfida al dolore e alla solitudine di quei giorni”

Da buon vignettista non ha perso l’humor che da sempre lo contraddistingue, nel primo pomeriggio di oggi Stefano Simoncini ha presentato al salone internazionale del libro il volume “Il mio Covid. Vignette sul Corona Virus disegnate in ospedale”. Edito nella collana dei Quaderni del Consiglio, il libro ricostruisce con 187 disegni tutte le fasi dell’emergenza sanitaria, dalle prime misure restrittive all’arrivo dei vaccini, senza tralasciare richiami pungenti sulla situazione politica ed economica del Paese. Simoncini è stato tra i primi marchigiani ad essere contagiato dal virus tanto da restare per mesi ricoverato in terapia intensiva. “La mia – ha detto l’ex sindaco di Osimo – è una testimonianza di questi mesi micidiali della mia vita. Ho rischiato più volte di morire, il libro è una sfida al dolore e alla solitudine vissuti in quei giorni". Il libro dedica la prima parte a una breve rassegna stampa sul ritorno di Simoncini a casa, dopo oltre 8 mesi di ospedale, seguito da giornali e tv locali e nazionali. "Appena ho potuto, ho ricominciato a disegnare". Alla domanda se si possa sorridere anche di una tragedia mondiale come la pandemia, Simoncini ha risposto “Credo, senza voler essere irriverente verso chi ha perduto la vita e i familiari, che si possa come per ogni aspetto della vita”.






Questo è un articolo pubblicato il 17-10-2021 alle 17:20 sul giornale del 18 ottobre 2021 - 2620 letture

In questo articolo si parla di cultura, attualità, salone del libro, giornalista, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/coTZ