Castelfidardo: ballottaggio Turchetti – Ascani: si decide il 17-18 ottobre

2' di lettura 14/10/2021 - Sarà dunque il cosiddetto ballottaggio a stabilire il prossimo sindaco/a di Castelfidardo. L’esito del primo turno ha infatti ristretto la cerchia, escludendo dalla corsa Marco Tiranti, sostenuto dalla coalizione di centrosinistra che ha ottenuto il 25,78% fermandosi ad una manciata di voti (122) dal secondo posto, e Tommaso Moreschi, appoggiato da Solidarietà Popolare che ha raccolto il 17,89%.

Inedita la sfida che assegnerà la fascia tricolore: Gabriella Turchetti (29,04%) collegata alle liste Giorgia Meloni Fratelli d’Italia, Fare Bene, Lega Salvini Castelfidardo parte con un ‘vantaggio’ di 141 voti sul sindaco uscente Roberto Ascani (27,29%), espressione di Movimento 5 Stelle e Castelfidardo Futura. Turchetti ha vinto in otto sezioni su 16, Ascani in cinque, Tiranti in tre.

L’ufficio centrale si riunirà nella mattinata di domani per il compimento di tutte le operazioni di riepilogo dei risultati in ogni sezione e per la validazione dei dati. Ma i numeri più eclatanti sono purtroppo legati all’astensionismo: prosegue il trend decrescente dell’affluenza, mai così bassa: 51,64% pari a 8277 votanti su 16027 aventi diritto con il picco negativo del seggio 2 (Fornaci, 35,61%) e quello positivo del seggio 7 (Mazzini, 58,84%).

Il ritorno alle urne è in calendario il 17 e 18 ottobre, con seggi aperti dalle 7.00 alle 23.00 di domenica e dalle 07.00 alle 15.00 di lunedì. L’ufficio elettorale sarà straordinariamente aperto nelle due giornate del voto nonchè il venerdì e sabato precedente dalle 9.00 alle 18.00 Lo spoglio ha inoltre fatto emergere i risultati di lista: Solidarietà Popolare è quella più votata (17,83%), seguita da Movimento 5 Stelle (17,67%), Pd-BeneinComune (13,25%), Giorgia Meloni Fratelli d’Italia (12,24%), Fare Bene (9,76%), Castelfidardo Futura (7,72%), Lega Salvini (7,27%), Uniti e Attivi (5,50%), Azione civica solidale (4,60%), Sinistra Unita (4,16%).

Lo scenario che si aprirà in Consiglio Comunale deriva dall’applicazione del metodo D’Hondt che assegnerà i 16 seggi in base all’esito del ballottaggio e ai bottini delle coalizioni nel primo turno. Certo è che fra i 156 candidati alla carica di consigliere, quello che ha ottenuto il maggior numero di preferenze personali è Tersilio Marotta, ex sindaco di Solidarietà Popolare dal 1997 al 2006, unico a sfondare la soglia dei 200 con 235 voti.

Tutte le info e i dati nella sezione “elezioni 2021” approntata dall’ufficio Ced del Comune. https://www.comune.castelfidardo.an.it/elezioni/comunali/elezione-del-sindaco-e-del-consiglio-comunale-anno-2021/






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-10-2021 alle 15:09 sul giornale del 15 ottobre 2021 - 213 letture

In questo articolo si parla di attualità, politica, castelfidardo, Comune di Castelfidardo, comune, territorio, ballottaggio, elezioni comunali, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/conc





logoEV
logoEV