Castelfidardo. FDI e LEGA: “Valorizziamo la fisarmonica per far cambiare musica alle Marche”

3' di lettura 27/09/2021 - “La bravura dei nostri artigiani della fisarmonica ha dato vita ad un distretto economico che ha contribuito a fare la storia dell’economia marchigiana. Ci sono stati anni di difficoltà, ma speriamo, anche con il supporto della nuova Legge regionale n. 22, di contribuire alla rinascita del settore”. Con queste parole si è aperta la conferenza stampa di questo pomeriggio a Castelfidardo, nella Sala convegni della sede comunale, indetta da Fratelli d’Italia e Lega, per illustrare la nuova Legge regionale 30 settembre 2016, n. 22, “Interventi di sostegno e di valorizzazione della cultura musicale, della tradizione e della produzione della fisarmonica”, approvata all’unanimità il 14 settembre scorso. Presenti all’appuntamento, la candidata a sindaco del centrodestra Gabriella Turchetti, Mirko Bilò primo firmatario e vicecapogruppo della Lega in Regione, il capogruppo di Fratelli d’Italia al Consiglio regionale delle Marche Carlo Ciccioli e l’assessore regionale alla Cultura Giorgia Latini.

“Sono stata fra i primi a segnalare la necessità che la Legge regionale 30 fosse integrata per garantire un miglior funzionamento. Tutte le forze politiche che sostengono la mia candidatura si sono messe a disposizione. Segno di quella vicinanza e di quella filiera Comune-Regione-Governo con il centrodestra che attueremo fin dal giorno dell’insediamento e di cui beneficeranno i fidardensi con la mia elezione a sindaco. Una strada maestra in grado di portare enormi benefici alla città che amiamo e che vorremmo, tutti insieme, risvegliare e far tornare a essere bene amministrata”, le parole della candidata a sindaco per Fratelli d’Italia, Lega Castelfidardo e Fare Bene, Gabriella Turchetti.

“Vero e proprio brand internazionale, Castelfidardo sarà capofila di un circuito che comprende Camerano, Loreto, Numana, Recanati e Mondolfo, e sarà eccellenza regionale come Città della Fisarmonica e organizzatrice del più prestigioso evento di settore al mondo, il Premio Internazionale della Fisarmonica. Nel percorso previsto anche il coinvolgimento delle associazioni dei marchigiani nel mondo, il sostegno all’innovazione e alla sperimentazione da parte delle imprese di settore e l’istituzione della “Giornata regionale della fisarmonica”, sottolinea Mirko Bilò, vicepresidente del gruppo consiliare Lega in Regione.

“Proseguiamo in un virtuoso progetto di valorizzazione dei tratti distintivi delle Regione Marche a beneficio dei nostri artigiani e del rafforzamento del turismo. Una Legge regionale che andava modificata per farla funzionare al meglio, come ci era stato segnalato dall’Amministrazione comunale di Castelfidardo. Come per il riconoscimento di Fabriano come città della carta e della filigrana, proseguiamo – conclude il capogruppo di Fratelli d’Italia al Consiglio regionale delle Marche Carlo Ciccioli – nell’opera di rinvigorimento dei tratti distintivi delle realtà comunali che hanno reso le Marche un modello sotto molteplici punti di vista”.

“Le Marche, per prime in Italia, hanno raggiunto un fondamentale accordo quadro con l’Istituto Centrale per il Patrimonio Immateriale del MIBAC per la valorizzazione, tutela e salvaguardia del patrimonio culturale immateriale ed etnoantropologico regionale. La fisarmonica di Castelfidardo è un brand del made in Italy tra i più noti al mondo su cui puntare per rilanciare turismo e impresa e favorire la creazione di nuovi posti di lavoro. Il fatto che nella legge si prevedano anche interventi di formazione non è quindi secondario. Con la nuova legge sulla Fisarmonica attiviamo quel circuito virtuoso tra istituzioni e territorio che trasforma le eccellenze in opportunità”, ha concluso l’assessore, Giorgia Latini.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-09-2021 alle 19:01 sul giornale del 28 settembre 2021 - 169 letture

In questo articolo si parla di attualità, politica, territorio, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/clqT





logoEV
logoEV