Casali, Garofoli e le 5 Parrocchie cittadine: Loreto consegna le benemerenze

3' di lettura 07/09/2021 - Questo pomeriggio (martedì 7 settembre, ndr) la cerimonia per il prestigioso riconoscimento che viene tradizionalmente conferito in occasione delle feste patronali. A riceverlo il patron di Pigini Group, la Casa Vinicola e i 5 parroci loretani. Il sindaco Pieroni: “Premiate le eccellenze e il cuore della nostra città”.

Giuseppe Casali, patron del Gruppo Pigini-Tecnostampa, la Casa Vinicola Garofoli, per i suoi 120 anni di vita, e le cinque parrocchie di Loreto, per essere state punto di riferimento e sostegno per intere generazioni di loretani. Sono loro gli insigniti delle Civiche Benemerenze cittadine della Città mariana, consegnate questo pomeriggio (martedì 7 settembre, ndr) presso il Parco della Rimembranza nell’ambito di una cerimonia che, da sempre, si colloca nel contesto delle feste patronali per la Natività di Maria Vergine.

“Una scelta di testa e di cuore quella che la nostra Amministrazione ha voluto fare - sottolinea il sindaco di Loreto Moreno Pieroni - caduta su realtà che rappresentano da un lato l’eccellenza della collettività e dall’altro la sua parte più umana e più vicina ai valori della nostra comunità. Non per altro abbiamo conferito questo ambito riconoscimento a uomini e ad una famiglia, la famiglia Garofoli, che hanno saputo mettere al servizio della comunità le loro doti imprenditoriali, manageriali e, nel caso specifico delle Parrocchie lauretane, l’attenzione verso il prossimo ed ogni forma di fragilità”.

Nello specifico, Giuseppe Casali ha ricevuto la Benemerenza per il suo ruolo di leadership di uno dei maggiori e più longevi gruppi editoriali italiani, portatore di benessere e occupazione per l’intero comprensorio, al quale ha saputo conferire un’impronta sempre di dinamica e competitiva, raccogliendo con sapienza e lungimiranza l’eredità del compianto Don Lamberto Pigini, fondatore del Gruppo scomparso nel gennaio scorso. La Casa Vinicola Garofoli, che ha visto negli ultimi anni entrare in azienda la quinta generazione con Caterina e Gianluca, figli di Gianfranco Garofoli, ha ricevuto l’onorificenza per aver rappresentato, con i suoi 120 anni di storia, l’emblema della produzione enologica del territorio, avendo saputo intercettare le evoluzioni del mercato e della tecnologia, senza mai venir meno alla fedeltà alle proprie radici e tradizioni.

Emblematica infine la scelta di riconoscere alle Parrocchie lauretane il ruolo fondamentale di guida e formazione svolto nel tessuto sociale, essendo state ed essendo ancora oggi punto di riferimento per generazioni di cittadini, nonché per il supporto costante e continuo alle famiglie e a tutte le realtà in difficoltà. Alle Parrocchie Santa Casa, Sacro Cuore, San Flaviano di Villa Musone, Beata Maria Vergine Adolescente (frazione Stazione) e a quella del S. Camillo-Sacra Famiglia, che quest’anno raggiunge il traguardo dei 40 anni di età, il riconoscimento è andato anche per aver contribuito a far conoscere il nome e l’immagine di Loreto nell’ambito dei numerosi eventi nazionali ed internazionali che nell’ultimo ventennio hanno visto protagonista la città mariana, quali le visite dei tre pontefici Giovanni Paolo II, Benedetto XVI e, da ultimo, Papa Francesco, nonché le celebrazioni del Giubileo del 2000.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-09-2021 alle 18:09 sul giornale del 07 settembre 2021 - 157 letture

In questo articolo si parla di attualità, loreto, comune di loreto, civiche benemerenze, riconoscimento, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/ch8j





logoEV