Nonostante il meteo, “Osimo Rivivi ‘700” fa il pieno con lo spettacolo itinerante

2' di lettura 03/09/2021 - Il meteo incerto non ha fermato “Rivivi ‘700” e il suo pubblico. La rievocazione storica, nata nel 2015 per riscoprire la Osimo del 18° secolo, è andata in scena anche quest’anno in un format diverso, per garantire il rispetto delle normative antiCovid.

Non ci sono stati perciò i consueti cortei e gli spettacoli in piazza, ma la risposta del pubblico è giunta calorosa come sempre, nonostante la fine della canicola estiva e l’improvviso arrivo delle piogge avessero fatto temere il peggio.

La tre giorni di “Aspettando Rivivi ‘700” è iniziata giovedì 26 agosto al Battistero con la presentazione del libro di Massimo Morroni “Il cielo di Messier”, un’opera enciclopedica in due volumi, unica nel suo genere per vastità e accuratezza, dedicata al famoso cacciatore di comete nato nel 1730. Spazio alla musica e alle coreografie nella serata di venerdì 27, con lo spettacolo “Tra un passo di danza e una nota d’armonia”, svoltosi al Teatro La Nuova Fenice dopo un opportuno cambio di sede per via del maltempo.

Gli spettatori, comodamente seduti nell’elegante platea osimana, sono stati intrattenuti dalle danzatrici dell’associazione “Quam pulchra es” e dai musicisti dell’ensemble barocca “I Servi di Maria”, composta da Silvia Badaloni (violino), Valerio Febbroni (flauti dolci), Matilde Oppizzi (tiorba), Leonardo Saracini (controtenore), Eolo Taffi (violone), Marcello Trinchero (tromba), Marc Vanscheeuwijck (violoncello) e Riccardo Lorenzetti (clavicembalo e direzione). Una valanga di prenotazioni e numeri da tutto esaurito, infine, per formare i sei gruppi del tour “Curiosando nel Settecento” di sabato 28, che ha portato circa 100 visitatori (osimani e non) ad esplorare il centro storico seguendo le tracce di vari personaggi, in un vero e proprio spettacolo itinerante con figuranti e attori in costume: partendo da Piazza Dante, i partecipanti hanno incontrato le cappuccine dell’Addolorata e le loro educande, hanno sbirciato nella farmacia di San Rocco (ricostruita all’ingresso delle Grotte Riccioni), hanno camminato nel mercato storico (allestito nell’atrio del municipio) e sono stati ricevuti dalla nobiltà osimana nella splendida cornice di Palazzo Simonetti.

Con una partecipazione così ampia ed eterogenea, la rievocazione storica “Rivivi ‘700” si riconferma un’ottima vetrina, capace di suscitare la curiosità e l’entusiasimo dei turisti, nonché un’occasione per gli osimani di riscoprire le proprie radici coniugando l’interesse storico-paesaggistico con l’arte e l’intrattenimento. Area degli allegati






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-09-2021 alle 14:42 sul giornale del 04 settembre 2021 - 376 letture

In questo articolo si parla di cultura, attualità, spettacoli, evento, rievocazione storica, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/chwP





logoEV
logoEV