Al via "l’Arcipelago dei contesti": lavoro avviato dal Comune di Osimo e dalla Politecnica della Marche per elaborare la variante generale al Prg

4' di lettura 19/06/2021 - Una città di 35mila abitanti di cui metà nel capoluogo e metà nelle undici frazioni che lo circondano. Per questo il lavoro avviato dal Comune e dalla Politecnica della Marche per elaborare la variante generale al Prg è stato ribattezzato "l’Arcipelago dei contesti". Perché ogni contesto urbano di Osimo è caratterizzato da valori storico-identitari, ambientali, sociali, culturali e criticità che concorrono a definire l’immagine condivisa della città.

L’Arcipelago dei contesti in questa fase di avvio si propone di ascoltare i cittadini e recepire le istante nei vari quartieri e per questo da luglio a settembre si terrà un tour dedicato, ogni settimana, ad un rione o frazione di Osimo. Tutte le mattine dal martedì al venerdì i tecnici saranno disponibili per raccogliere istanze, discutere criticità e potenzialità dei singoli contesti di pianificazione nei diversi punti di ascolto, dove ogni giovedì alle 21 si terrà invece un Forum pubblico organizzato con la collaborazione dei consigli di quartiere e rispettando i protocolli per l’incontro in presenza, con la possibilità anche di seguirli online con apposta piattaforma sul sito del Comune.

Si parte l’1 luglio con Abbadia e Osimo Stazione con punto di ascolto nella sala parrocchiale di Osimo Stazione dal 29 giugno al 2 luglio. L’8 luglio assemblea al centro sociale di Campocavallo in via del Covo dove si terrà il punto di ascolto dal 6 al 9 luglio. Il 15 luglio forum a Padiglione con punto di ascolto alla scuola elementare della frazione dal 13 al 16 luglio. Poi il 22 luglio a Passatempo con centro di ascolto al centro sociale adiacente alla palestra in via Nenni dal 20 al 23, quindi per i cittadini di Casenuove, Villa e San Paterniano il forum si terrà il 29 luglio al centro sociale sopra la farmacia di Casenuove, dove il punto di ascolto sarà aperto dal 27 a 30 luglio. Per dare la possibilità a quante più persone di partecipare, p stata prevista una pausa estiva ad agosto per tornare poi ad incontrare i cittadini il 2 settembre. Questa volta alla Lanterna Blu di San Biagio dove il centro di ascolto dal 31 agosto al 3 settembre sarà rivolto anche alle zone di Aspio e Santo Stefano.

A questo punto si passa al capoluogo: il 9 settembre assemblea nella sede Astea per il quartiere est con punto di ascolto in via Guazzatore dal 7 al 10 settembre, poi il 16 settembre forum per la zona sud nei locali adiacenti la chiesa di San Sabino con punto di ascolto dal 14 al 17, quindi il 23 settembre assemblea al centro Aquilone di via Molino Mensa con punto di ascolto per la zona ovest dal 21 al 24. Infine il forum il 30 settembre per il centro storico a Palazzo Comunale dove l’ultimo punto di ascolto sarà operativo dal 28 settembre all’1 ottobre.

“Abbiamo avviato –spiega il sindaco Pugnaloni- l’attuazione delle linee programmatiche con azioni e progetti da realizzare entro il 2023 con l’approvazione in consiglio comunale della variante definitiva al Prg, ponendoci obiettivi strategici in linea con le disposizioni del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza. Questo significa una pianificazione urbanistica volta ad un ordinato sviluppo del territorio che superi le problematiche che hanno caratterizzato il vigente Piano regolatore. Per questo abbiamo sottoscritto con l’Università Politecnica delle Marche una specifica convenzione per una revisione della strumentazione urbanistica comunale, che passa in primo luogo attraverso la conoscenza del contesto e dei mutati scenari socio economici degli ultimi venti anni’” .

Nel tour nei quartieri l’Ufficio di Piano, con l'Assessore all'Urbanistica Annalisa Pagliarecci che accompagnera' i tecnici comunali guidati dalla dirigente Urbanistica Manuela Vecchietti e dal professore Giovanni Marinelli di Unipm, non ci si limiterà ogni settimana ad incontrare i cittadini ma anche a svolgere sopralluoghi per approfondire i contesti dei vari rioni tra punti di forza e criticità. Terminata questa prima fase, l’Arcipelago dei contesti proseguirà con il confronto aperto a categorie produttive, ordini professionali e associazioni culturali e ambientaliste della città. Infine, terminato l’ascolto ed elaborata la variante mettendo a frutto le informazioni raccolte, il Prg revisionato verrà illustrato di nuovo ai consigli di quartiere prima dell’adozione in consiglio comunale. I

l logo scelto per identificare la campagna promozionale dell’Arcipelago dei contesti è un quadrato con cinque strisce verticali che rappresentano le cinque torri simbolo di Osimo. Ogni striscia è di un colore differente per identificare i vari ambiti di analisi del progetto: rosso per Servizi, cultura, turismo, viola per Rigenerazione urbana, celeste per Infrastrutture e mobilità, verde per Paesaggio e risorse naturali, arancio per Resilienza territoriale. A ogni tema verrà poi dedicato un appuntamento con esperti del settore






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-06-2021 alle 17:20 sul giornale del 21 giugno 2021 - 246 letture

In questo articolo si parla di lavori pubblici, politica, osimo, Comune di Osimo, territorio, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/b7NA





logoEV
logoEV