Via Baracca: polizza escussa a marzo. Bordoni: "il Comune si attivi perchè l'area è ormai a tutti gli effetti comunale"

1' di lettura 09/06/2021 - Apprendo dalle dichiarazioni del Presidente del Consiglio di Quartiere che la sistemazione dell’area di via Baracca - zona Abbadia Osimo , tarda ancora ad arrivare.

Mi permetto di precisare che il Comune ha escusso la garanzia fideiussoria , del costruttore edile che ha realizzato il complesso residenziale, lo scorso 16 marzo, pertanto l’area di via Baracca deve diventare definitivamente di proprietà del Comune di Osimo, malgrado questo le opere di urbanizzazione a completamento dell’area stentano ad arrivare : dall’illuminazione pubblica, alle strisce per delimitare i posteggi, alla manutenzione del verde.

Proprio sulla manutenzione del verde, area al centro del complesso residenziale, l’erba altissima che copre i pochi giochi per i bambini e le panchine sono la cartina tornasole del degrado e dell'incuria che il Comune ha lasciato un intero quartiere che ha regolarmente pagato gli oneri di urbanizzazione oltre dieci anni fa. Senza una motivazione il Sindaco invita gli stessi residenti a contattare l’ufficio di igiene per ripristinare le condizioni igienico sanitarie per garantire la salute e l’igiene pubblico. Siamo alla follia!

Il Comune si attivi da subito attraverso la partecipata Osimo servizi per gestione dell’area sia essa ordinaria che straordinaria dalla disinfestazione alla pulizia e taglio dell’erba, nonché’ alla sostituzione dei giochi per bambini che rispetti i requisiti normativi di sicurezza, affinché quel groviglio di erbacce diventi un’area ludica riqualificata e valorizzata favorendo il benessere psicofisico e la socializzazione di bambini e famiglie residenti.


Monica Bordoni Capogruppo Liste civiche Osimo





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-06-2021 alle 09:17 sul giornale del 09 giugno 2021 - 110 letture

In questo articolo si parla di attualità, politica, territorio, manutenzione del verde, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/b6rH