utenti online

Osimo punta ancora sulla videosorveglianza

1' di lettura 29/05/2021 - Nei prossimi mesi verranno implementate le spycam e integrate le telecamere ormai obsolete e non efficaci. Investiti 15 mila euro per collegare il sistema di videosorveglianza con la questura di Ancona

A un mese dalla serie di furti messi a segno al centro commerciale di via Einaudi, nella zona della Sacra Famiglia, la giunta comunale annuncia di aver approvato lo stanziamento di 15.000 euro per il collegamento del sistema di videosorveglianza con la centrale della Questura di Ancona, rendendo Osimo il primo Comune in provincia a consentire alla Polizia di Stato un controllo in tempo reale sulle spycam con sistema ocr. “In questi ultimi anni l’amministrazione comunale - dichiara il sindaco Simone Pugnaloni - ha investito oltre 250.000 euro nell’infrastruttura di videosorveglianza. Su oltre 80 spycam sono stati installati 12 sistemi ocr dotati di tecnologia per la rilevazione e la lettura delle targhe”. Questi strumenti permettono al comando di polizia locale, grazie ad un apposito software, di tracciare gli spostamenti di veicoli e individuare quelli non coperti da assicurazione o revisione periodica. Dall’inizio dell’anno sono stati individuati oltre 100 mezzi sprovvisti di tali documenti. Questo patrimonio conoscitivo sarà messo a disposizione di tutte le forze dell’ordine presenti sul territorio. Il Comune intende integrare le telecamere ocr: per la fine dell’anno verrà fatto un importante investimento di circa 70.000 euro per poter controllare in modo più approfondito gli accessi alla città, dal centro alla periferia, ma si procederà anche alla manutenzione e alla revisione delle telecamere ormai obsolete che non permettono un controllo efficace delle zone.






Questo è un articolo pubblicato il 29-05-2021 alle 16:42 sul giornale del 30 maggio 2021 - 497 letture

In questo articolo si parla di attualità, giornalista, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/b40k





logoEV
logoEV
qrcode