utenti online

La zona a sud di Ancona pronta per la stagione turistica

3' di lettura 29/05/2021 - Osimo, Camerano e Offagna fanno squadra per attrarre visitatori alla scoperta delle proprie bellezze, tra grotte, musei e centri storici

Mai come in questo particolare momento l’unione fa la forza: ne sono fermamente convinti i comuni di Osimo, Camerano e Offagna che hanno siglato un accordo per offrire una vantaggiosa scontistica ai turisti e visitatori delle grotte osimane e cameranensi e ai tre musei di Offagna (quello di Armi antiche alla Rocca, quello di scienze naturali “Paolucci” e quello della Liberazione di Ancona). Già da questo weekend chi visita uno di questi siti turistici potrà godere di prezzi ridotti per scoprire gli altri che rientrano nell’accordo. Ad esempio, il biglietto alla Rocca di Offagna passa da 6 euro a 4 se il visitatore è in possesso del ticket di ingresso alle grotte di Osimo e Camerano, mentre il biglietto agli altri due musei del borgo medievale passano da 4 a 2,5 euro. Al contrario il visitatore dei musei di Offagna potrà vedere le grotte di Osimo e Camerano comprando il biglietto ridotto anziché intero, risparmiano 2 euro a tagliando. “Dobbiamo fare squadra – ha detto in conferenza stampa il sindaco di Osimo Simone Pugnaloni - poter promuovere insieme i nostri territori ci riempie di soddisfazione, speriamo sia da esempio per altre iniziative simili, seguendo un tracciato chiaro: tradizioni, storia ed enogastronomia, elementi che caratterizzano i nostri comuni”. Accanto al sindaco, l’assessore al turismo Michela Glorio che ha ricordato come Osimo e Camerano avessero già dal 2015 un biglietto unico da 12 euro (la sommatoria dei ridotti per visitare i rispettivi tratti ipogei) e che si sta lavorando “alla valorizzazione turistico ambientale, ma anche storico culturale dell’area collinare tra Osimo e Offagna dove venne combattuta la battaglia di Ancona”. Per Offagna erano presenti il sindaco Ezio Capitani e l’assessore al turismo e alla cultura Fabrizio Bartoli. Il primo cittadino del borgo medievale vorrebbe spingere per ulteriori accordi tra i comuni anche per altri settori della pubblica amministrazione. “Si tratta di un primo passo per una gestione integrata di altri progetti, mantenendo la stessa sinergia mostrata per questo progetto potremmo intercettare anche più facilmente fondi pubblici”. Bartoli ha invece ricordato gli appuntamenti estivi di Offagna e invitato i residenti delle città limitrofe a scoprire le bellezze che li circonda. “Offagna anche quest’anno – ha detto l’assessore – propone gli aperitivi alla rocca e la visita guidata a tre cantine del territorio e ai musei della città. Inoltre a breve sarà presentato il programma delle feste medievali”. L’assessore al turismo di Camerano, Ilaria Fioretti, con molta soddisfazione ha sottolineato che l’ingresso di Offagna rappresenta “un ulteriore valore aggiunto del nostro territorio a livello turistico, la nostra offerta ora è ancora più ricca e variegata”. L’accordo siglato stamane rappresenta un primo passo per la realizzazione di un programma turistico comune e per rilanciare il territorio incentivando la collaborazione tra i comuni e ottimizzando le risorse. Osimo, Camerano e Offagna sono inseriti all’interno dell’Associazione Riviera del Conero, le rispettive amministrazioni si augurano che l’avvento della zona bianca, la riduzione delle restrizioni e la fine della pandemia grazie alla vaccinazione possano portare tanti turisti della costa nell’entroterra anconetano e dare ossigeno alle strutture ricettive presenti nei tre comuni che sono state duramente provate da un anno e mezzo di convivenza con il Covid 19.






Questo è un articolo pubblicato il 29-05-2021 alle 19:32 sul giornale del 30 maggio 2021 - 292 letture

In questo articolo si parla di attualità, giornalista, articolo, turismo cultura arte territorio comuni accordo valorizzazione patrimonio sinergia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/b40D





logoEV
logoEV
qrcode