Francesca Pietrucci torna alla presidenza dell’AVIS Osimo

2' di lettura 04/05/2021 - Cambio al vertice per il consiglio direttivo dell’Avis di Osimo che si è insediato ieri pomeriggio: Francesca Pietrucci ritorna alla presidenza dell’associazione prendendo il testimone da Matteo Valeri, che comunque resta consigliere.

Il direttivo, che resterà in carica per i prossimi 4 anni, vede la conferma come vicepresidente di Lino Bontempo, Lucia Principi si occuperà invece della segretaria e Raoul Davide Innocenzi dell’amministrazione. Gli altri consiglieri eletti sono Renato Bellezza, Maurizio Caporilli, Andrea Pigliapoco, Daniela Scarpini e, appunto, Matteo Valeri. Roberta Cancellieri, Marco Mazzieri e Luciano Taborro sono stati nominati revisori dei conti. Ci sono state diverse conferme, ma anche il ritorno di alcuni consiglieri che hanno contribuito a scrivere la storia dei primi 90 anni dell’Avis di Osimo i quali si sono resi disponibili a portare la loro esperienza e il loro contributo per far cresce ancora l’associazione.

Il nuovo consiglio direttivo, vista la situazione pandemica, non potrà portare avanti progetti a lungo termine, ma cercherà di fare il massimo per raggiungere l’obiettivo principale di promuovere la donazione di sangue. Il primo appuntamento sarà la giornata nazionale del donatore che ricorre il 14 giugno: non potendo ancora organizzare eventi in presenza, gli avisini osimani hanno pensato a un modo alternativo per dare visibilità all’associazione ricorrendo ai nuovi mezzi di comunicazione, utilizzati soprattutto dai giovani, ma che in questo ultimo anno sono diventati familiari anche ai meno giovani. L’Avis di Osimo si rivolgerà in particolar modo alle nuove generazioni affinché, oltre che donatori, diventino parte attiva dell’associazione.

L’auspicio del nuovo direttivo è di costituire nuovamente un gruppo giovani come ce n’era in passato, un gruppo al quale affidare iniziative rivolte ai propri coetanei e che sia anche di supporto per le attività del consiglio stesso. L’ingresso dei giovani garantirà anche il ricambio generazionale sia come donatori che come dirigenti. Tra i primi nodi spinosi che dovrà sciogliere la presidente Pietrucci la ristrutturazione dei locali della sede storica di via Matteotti ancora ferma al palo. L’Avis intende ritornare quanto prima in quella che è stata la sua casa per molti anni.






Questo è un articolo pubblicato il 04-05-2021 alle 13:11 sul giornale del 05 maggio 2021 - 476 letture

In questo articolo si parla di attualità, volontariato, territorio, giornalista, direttivo, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/b1ES





logoEV