Palazzini: serve il buon senso e più attenzione per lo sport

3' di lettura 01/05/2021 - Non è un momento facile per il nostro consiglio comunale costretto dalle restrizioni Covid a riunirsi da remoto senza che ci possa essere il confronto di persona: discutere davanti allo schermo di un computer o di uno smartphone non è la stessa cosa che farlo guardando direttamente in faccia gli altri consiglieri.

Nell’ultimo periodo non sono mancati episodi spiacevoli come la nomina dei componenti del Campana, in particolare quello dell’opposizione che alla fine è stato eletto con i soli voti della maggioranza. A metà settimana è arrivata anche la notizia che il prof. Alessandrini ha rinunciato per una possibile incompatibilità. Verso un istituto così prestigioso ci dovrebbe essere maggiore rispetto e attenzione perché ne va anche della sua immagine a livello regionale e nazionale.

Ancora una volta le cosiddette prove di “forza” non portano a nulla, in un momento così difficile come quello attuale, con tante famiglie osimane preoccupate per la situazione Covid e quella economica ci si aspetterebbe maggiore buon senso e un clima più conciliante senza che ci siano scontri o offese personali tra i vari consiglieri. Per quanto riguarda i lavori del consiglio mi auguro che possano essere discusse al più presto anche le varie mozioni e interrogazioni presentate dalle forze di opposizione che, va ricordato, svolgono l’importante ruolo di controllo sull’attività portata avanti dall’amministrazione Pugnaloni. Tra i temi su cui ho focalizzato la mia attenzione ci sono il regolamento comunale per le antenne 5G e il sostegno alle società sportive.

Come sapete il gestore telefonico Iliad ha fatto richiesta per installare due antenne nel nostro territorio: una sulla torretta del San Carlo e l’altra a Casenuove. Se da una parte l’amministrazione su questo argomento non può fare molto, dall’altra mi aspettavo un maggiore confronto con i cittadini che, giustamente, continuano ad essere preoccupati nonostante gli esperti abbiano evidenziato che questa nuova tecnologia non nuocerebbe alla salute. Ci si aspettava una maggiore comunicazione da parte della giunta Pugnaloni che ha provato a farlo solo dopo le tante sollecitazioni arrivate dalle Liste Civiche. Anche il mondo sportivo sta vivendo un periodo di estrema difficoltà, alla fine se n’è accorto il sindaco che ha chiesto una moratoria sulle bollette dell’acqua per le piscine dei comuni dell’Atoo 3, ma per le altre società che cosa sta facendo?

La pandemia ha comportato minori entrate anche per il nostro comune e i margini di manovra non sono molti, ma qualcosa si può e si deve fare come ricorrere a un ulteriore sconto sui canoni degli impianti, stabilire l’esonero parziale o totale da tariffe e l’utilizzo a titolo gratuito o agevolato, in modo occasionale, temporaneo o sistematico di strutture e attrezzature di proprietà o nella disponibilità del Comune. Si corre il serio rischio di un aumento delle tariffe per chi pratica sport per far fronte alle gravi perdite subite in questi mesi di pandemia, a rimetterci non saranno solo le società, ma gli atleti che sono i nostri giovani e i nostri figli.

Lo sport ha sempre rappresentato un momento di libertà, dopo averli privati della scuola in presenza e dei contatti con i propri amici e compagni, dobbiamo fare di tutto affinchè possano praticare la loro disciplina sportiva senza dover gravare sulle tasche delle famiglie che sono sempre più vuote. La situazione del mondo dello sport è così drammatica che non mi sorprenderei se i presidenti di alcune società, che hanno in gestione gli impianti comunali, riconsegnassero le chiavi al sindaco. Sullo sport si può e si deve fare di più senza alcun tipo di distinzione!


da Graziano Palazzini Consigliere comunale Liste Civiche





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 01-05-2021 alle 17:34 sul giornale del 03 maggio 2021 - 349 letture

In questo articolo si parla di attualità, politica, territorio, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/b1pq





logoEV