Liste Civiche: "Doppiezza e sbandamento"

1' di lettura 22/02/2021 - "All'incontro tra i sindaci con la Regione chi si è mostrato più restio ad assumere misure di prevenzione è stato il Comune di Osimo, tanto da subire forti critiche dal sindaco di Ancona (e da tutti gli altri) che una cosa e ne propone un'altra: si chiede misure ferme ma anche l'opposto.

Una scena che poteva essere evitata per Osimo. E' stato sempre così in questi mesi da parte dell'Amministrazione comunale, unica nelle Marche ad organizzare una notte bianca e feste di vario genere. Inutile, poi, raccomandare precauzione quando si dà il cattivo esempio, solo per soddisfare pochi e non la tutela della collettività osimana. I mancati controlli preventivi (che non vogliono dire multe) costano agli osimani tanti contagi e tantissimi in quarantena.

Ci rimettono tutte le attività produttive e non le poche che sforano gli orari. Come non sottolineare l'ira di esercizi commerciali del centro di fronte al lassismo dei controlli ben visibili, che colpisce tutti anche chi si comporta bene. Figli e figliastri: questo il sistema Osimo, costi anche tutto il resto.

E' dovuta intervenire direttamente la Regione per dare un indirizzo, che già altri comuni quali Loreto e Jesi avevano con responsabilità assunto. Per Osimo invece sembra sempre contare “quanti voti ci guadagno” a fare un'azione o l'altra."






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-02-2021 alle 15:08 sul giornale del 23 febbraio 2021 - 215 letture

In questo articolo si parla di attualità, politica, territorio, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bPik





logoEV