Accadde oggi: il 23 febbraio 1455

1' di lettura 23/02/2021 - Il 23 febbraio 1455, esattamente 566 anni fa, la Bibbia di Gutenberg inaugura l'età del libro.

Fino a questo momento il libro era qualcosa di raro e accessibile solo a pochi., grazie all'intuizione di un tipografo tedesco divenne il principale strumento di diffusione della cultura, che diede possibilità di accesso al sapere, segnando la nascita dell'uomo moderno.

Johannes Gutenberg, figlio di un incisore della zecca di Magonza, lavorava come orafo e incisore nella sua città, che fu costretto a lasciare per la feroce contesa tra nobiltà e classi artigiane, trasferendosi a Strasburgo.

La sua occupazione divenne il conio delle monete e, aspetto più incisivo per il sui futuro la lavorazione dei metalli. Quest'ultima esperienza fu la base di partenza per l'ideazione di un nuovo sistema di riproduzione dei libri.

La nuova imprese ebbe inizio nel 1452 prendendo come riferimento la cosiddetta Vulgata di San Girolamo, i due volumi, comprendenti Antico e Nuovo Testamento, furono stampati su carta di stracci e in seguito anche su canapa italiana.

La prima copia, data alla luce il 23 febbraio, successivamente ne seguirono altre 200 circa am di questo successo Gutenberg ne fu toccato marginalmente, dal momento che il suo nome non compariva su nessun testo, per ragioni economiche, cioè il finanziamento servitoigli all'inizio di questo progetto aveva dovuto cedere i diritti sulla sua invenzione a Fust, il solo che riuscì a trarne profitto.

Successivamente solo attraverso le testimonianze dell'epoca fu possibile riconoscere i meriti del tipografo tedesco.






Questo è un articolo pubblicato il 23-02-2021 alle 09:50 sul giornale del 23 febbraio 2021 - 47 letture

In questo articolo si parla di cultura, attualità, storia, invenzione, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bPoN

Leggi gli altri articoli della rubrica Accadde Oggi





logoEV