I freni a disco

traffico auto 3' di lettura 03/02/2021 - La maggior parte dei veicoli montano dei freni a disco, cioè un sistema frenante composto da un disco circolare e da una pinza. Quando si schiaccia il freno, l’impianto idraulico manda in pressione l’olio che agisce sui pistoncini della pinza, che spingono la pastiglia contro il disco.

Come accorgersi se qualcosa non va

Pastiglie, dischi e olio si consumano col tempo e, come altre componenti, possono subire danni. In guida, i segnali d’allarme sono: le prestazioni in frenata che si riducono (spazi di arresto maggiori, l’auto sbanda, “tira” da una parte in frenata) o si sentono rumori in frenata, che possono essere indice di un consumo irregolare di qualche componente, oppure il pedale del freno risulta molle. L’usura a dischi e pastiglie si può valutare anche semplicemente a vista.

Quando e come si cambiano i dischi?

Alcuni produttori mettono sul disco una “tacca” per segnare il livello di usura massima accettabile, ma in generale un disco regge circa 80.000km. In caso di danno o usura irregolare la valutazione si basa per lo più sulla presenza di solchi, abbondante ruggine e/o rumori in frenata.

Per sostituire il disco si solleva il veicolo e rimuove la ruota. Poi si rimuove la pinza. Dopo essersi fatti strada fino al disco, si procede a sfilarlo con l’aiuto dello spray sbloccante. Si può poi montare il disco nuovo e procedere a rimontare le altre componenti e fare un test.

L'immagine è stata presa in prestito dal negozio online rexbo.it

Quando e come si cambiano le pastiglie?

È necessario cambiarle quando lo spessore si riduce eccessivamente; Le pastiglie hanno una vita di circa 40.000km, fortemente dipendente dallo stile di guida.

Per sostituirle si solleva l’auto, si rimuove la ruota e sbullona la pinza. È dunque possibile sfilare le pastiglie e inserire pastiglie nuove. Poi si rimonta tutto e si prova in strada.

Quando e come si cambia il liquido freni?

La durata del liquido varia dai 40.000 agli 80.000km, ma alcuni produttori dicono di cambiarlo ogni 2 anni in ogni caso. È necessario rabboccarlo (con olio dello stesso tipo!) ogni volta che dovesse calare di livello, se succede spesso bisogna cercare possibili perdite.

La sostituzione consiste nello spurgare e riempire nuovamente, ma non è semplice, per tre motivi: l’olio va cambiato tutto, è fondamentale che non si formino bolle d’aria, l’impianto idraulico è delicato. In generale è consigliabile affidarsi ad un professionista.






Questo è un articolo pubblicato il 03-02-2021 alle 07:49 sul giornale del 02 febbraio 2021 - 45 letture

In questo articolo si parla di attualità, traffico, redazione, auto, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bMjq