Liste Civiche: "si deve aiutare le famiglie delle persone contagiate e le case di riposo in difficoltà. Il Comune di Osimo invece pensa alle petizioni e alle piste ciclabili"

1' di lettura 31/01/2021 - "Ci saremmo aspettati un sforzo eccezionale per l'emergenza pandemica. Pare, invece, che gli amministratori del Comune di Osimo siano tutti impegnati a organizzare petizioni o fare selfie promozionali personali con i finanziamenti della Regione Marche.

In questo contesto tutta la macchina del Comune doveva essere da tempo al massimo e oltre delle sue possibilità per aiutare le famiglie dei tanti, troppi contagiate, le case di riposo (in particolare la Recanatesi) e le persone comunque fragili, i senza reddito.

Invece nulla. Come se la tragedia che viviamo non appartenga al Comune di Osimo.

A che serve avere le società partecipate, l'azienda speciale Asso, la rete dei volontari se non vengono utilizzati tutti nei momenti eccezionali?

Le Liste Civiche chiedono che sia pure in gravissimo ritardo il Comune predisponga e attivi subiti un piano di interventi eccezionali, con l'utilizzo di tutte le risorse umane disponibili e l' indizioni di bandi per assegnazione di attività temporanea e urgente a favore di coloro che sono in difficoltà a causa Covid-19.

Ci sono le possibilità sia organizzative sia economiche per farlo.

E' ora, è necessario!"






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 31-01-2021 alle 12:25 sul giornale del 01 febbraio 2021 - 198 letture

In questo articolo si parla di attualità, politica, amministrazione comunale, territorio, poltica, comunicato stampa, covid 19

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bLVh