Questione Cosmo - Strada di bordo: Pugnaloni, "una vittoria del Comune su una ditta fallita"

1' di lettura 18/01/2021 - Pubblicata la sentenza del Tar Marche, I grado di giudizio, sulla vicenda del ricorso presentato dal Comune di Osimo nei confronti della Cosmo, ditta appaltatrice dei lavori incompiuti di un tratto della strada di bordo.

In merito alla vicenda il Sindaco Pugnaloni dichiara: “Una vittoria del Comune su una ditta fallita. Grazie al nostro legale Avv. Galvani abbiamo vinto salvando la dignita' del Comune di Osimo. Sancito un diritto ad ottenere un risarcimento che sapevamo certo. Dalla curatela fallimentare cosa possiamo aspettarci di incassare ? Poco o nulla. L'unica certezza per gli osimani era la fideiussione sulla convenzione di 1.85 milioni di euro. Fideiussione sottoscritta dall'allora Amministrazione Simoncini risultata irregolare, lo ribadisce anche la sentenza. Per tale motivo abbiamo promosso un esposto denuncia alla Corte dei Conti. Mai contestata la convenzione, ma la garanzia a copertura della convenzione risultata irregolare. Controllammo subito la fideiussione per andare avanti con i lavori ma la stessa risulto' irregolare, dovemmo impegnare i soldi degli osimani per realizzare la strada. Simoncini farebbe meglio a riflettere ! Noi intanto a differenza delle liste civiche anche se con i soldi degli osimani il 1 tratto di strada l'abbiamo realizzato, con il 2021 realizzeremo il II °tratto."






Questo è un articolo pubblicato il 18-01-2021 alle 14:53 sul giornale del 19 gennaio 2021 - 528 letture

In questo articolo si parla di lavori pubblici, attualità, politica, tar, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bJWZ