Il punto della situazione sul comparto del turismo in città

5' di lettura 07/01/2021 - A conclusione dell’anno 2020 anche il comparto del turismo, che nell’anno della pandemia è stato pesantemente colpito, l’Assessore Michela Glorio, fa il punto della situazione su quanto svolto sul territorio di Osimo.

Un anno fatto di chiusure, salvo i mesi di luglio, agosto e settembre, il comparto del turismo a visto il primo stop dall’11 di marzo fino al 3 giugno e successivamente dal 3 novembre a tutt’oggi. Nonostante l’oggettiva difficoltà, di chiara l’Assessore Glorio: “ciò l’Amministrazione Comunale, unitamente allo staff dell’ufficio turistico, nel corso dell’anno ha continuato a lavorare per migliorare la comunicazione e la vendibilità del “prodotto Osimo”, attraverso l’utilizzo di una serie di strumenti.

Ad esempio: - la creazione di ipotesi alternative alla città sotterranea, a partire dal 3 giugno 2020 sono stati resi disponibili altri itinerari all’aria aperta come Osimo Outdoor, con 5 itinerari all’aperto, diversi per ogni settimana e fruibili tutti i giorni. Altro progetto è stato Osimo in Pillole, ovvero la storia di Osimo in 60 minuti, un itinerario attraverso il quale i turisti scoprono la storia di Osimo, attraverso anche aneddoti della città dei “senza testa”, itinerario disponibile tutti i giorni della settimana, mattino e pomeriggio senza la necessità di prenotare.

Altra esperienza, già in essere e riproposta a seguito del successo riscosso sono stati i “TRAMONTI a MONTETORTO”.

La creazione di sinergie sul territorio, ha visto l’ideazione di un nuovo logo e sito web di Osimo Turismo, concertato con l’associazione abc turismo e presentato a tutti gli operatori turistici a fine giugno, in concomitanza con la messa online. Un lavoro che ha visto rinnovata la grafica ma anche i contenuti, inserendo la modalità di prenotazione e pagamento online, che dal 24 agosto al 4 novembre a visto venduti 957 biglietti online per un importo di 4.458,00 Euro, circa il 40% del totale venduti.

In città sono stati effettuati lavori di adeguamento dei locali sotto il loggiato comunale per l’istituzione dell’info point in centro; attivazione, attraverso i punti d’informazione IAT, di via Fonte Magna e dell’info-point del loggiato comunale di un sistema di rilevazione dati che ha mostrato che su circa 2.900 richieste di info pervenute, il 70% sceglie una delle opzioni proposte e il 30% (circa 880 persone), con la preferenza di visitare la città autonomamente con i supporti cartacei forniti. Dati, attraverso i quali si può capire l'impatto del turismo in città, in particolare nel centro cittadino.

L’amministrazione Comunale inoltre ha partecipato al bando per l'acquisto di veicoli elettrici sostenibili, emanato dalla Regione Marche per l'acquisto di un minibus elettrico sightseeing che darà la possibilità di attivare un servizio di trasporto locale per i turisti permettendo di raggiungere i luoghi più caratteristici della città e di sviluppare itinerari turistici ad hoc. Il veicolo sarà 100% elettrico e potrà soddisfare le esigenze di un turismo ad impatto ambientale zero e inclusivo a 360 gradi. Progetto che è stato finanziato al 50% dalla Regione Marche con fondi del 2021.

Sempre in tema di sinergie e collaborazione assieme al RSPP della ASSO attraverso un confronto con l’Assessore al Turismo di Camerano e con la Regione Marche, l’amministrazione comunale ha stilato un protocollo di sicurezza per i visitatori e le guide turistiche che ha previsto l’adeguamento dei locali dello IAT, al fine di evitare gli assembramenti, e l’attuazione di metodi di registrazione e controllo della temperatura e dell’utilizzo dei DPI. In tal senso, ad esempio, il numero dei visitatori per può scendere in grotta è stato ridotto da 25 a 8 persone, ed anche per le visite in esterna il numero massimo di visitatori, presenti contemporaneamente, è attestato sulle 10 unità.

In proposito l’Assessore Glorio sottolinea come: “grazie a questo protocollo la prima settimana di luglio siamo riusciti ad aprire, in sicurezza, le Grotte del Cantinone. Nonostante i numeri ridotti e le limitazioni imposte la stagione 2020 ha raggiunto numeri significativi, infatti tra giugno e ottobre sono stati 6.514 i visitatori che hanno scelto Osimo comprando un biglietto per la visita alle grotte o per uno degli itinerari OUTDOOR; più di 3.000 quelli che si sono rivolti ai servizi informativi, senza acquistare il biglietto. Nei primi mesi dell'anno (gennaio e febbraio) si è riscontrato un +20% negli ingressi per poi subire un azzeramento nei mesi di marzo, aprile e maggio; al 3 novembre, il totale dei biglietti staccati è stato di 7.390. I numeri non sono comparabili con le annualità precedenti a causa degli ingressi contingentati che non hanno permesso di accogliere gruppi con più di 10 persone, in rispetto della normativa anti-covid.

In chiusura mi preme ricordare il finanziamento ottenuto dalla Regione Marche per la valorizzazione, manutenzione e miglioramento dell’accessibilità dell’area archeologica di Montetorto: circa 27.000 Euro con cui sono state realizzate le seguenti opere/attività:

- piccole opere infrastrutturali come ad esempio la passerella di nuova costruzione posta sopra la sezione dei dolia (contenitori di olio e vino), sezione ristrutturata ed inaugurata lo scorso anno, e la costruzione dell’aula didattica all’ingresso del sito per ospitare gruppi e scolaresche;

- progettazione e stampa della riproduzione 3D del sito archeologico come era in origine;

- progettazione e stampa di pannelli descrittivi delle varie stanze/sezioni del sito;

- attività laboratoriali e di sensibilizzazione anche tramite la realizzazione di una pagina dedicata sul sito web di osimoturismo;

- creazione di una guida per non udenti disponibile su applestore.”






Questo è un articolo pubblicato il 07-01-2021 alle 09:46 sul giornale del 08 gennaio 2021 - 321 letture

In questo articolo si parla di attualità, turismo, politica, assessore, territorio, città, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bIjN





logoEV
logoEV