utenti online

Partita l’attività di Aato3 per le scuole del territorio. Già oltre 1.400 gli studenti coinvolti

3' di lettura 02/11/2020 - Anche in quest’anno così particolare continua l’attività dell’Aato3 di Macerata a favore delle scuole, iniziata il 27 ottobre, con la visione del documentario “Il Cammino dell’acqua” del giornalista-documentarista Luca Pagliari.

In modalità online, utilizzando la piattaforma Zoom, in due differenti incontri, dedicati l’uno alle scuole primarie (elementari) e il successivo alle secondarie di primo grado (medie), numerose classi hanno potuto guardare il documentario e in seguito interagire con l’autore e con Fulvio Riccio dell’Aato3, pronti a soddisfare le tante domande poste dagli studenti. Per l’incontro delle scuole primarie erano collegati 279 studenti dell’Istituto Lorenzo Lotto di Recanati, dell’Istituto comprensivo Badaloni, plessi San Vito e Carlo Urbani di Recanati, dell’istituto E. Mestica, plesso P. Borsellino di Grottaccia di Cingoli.

349 invece gli alunni delle secondarie di primo grado dell’Istituto comprensivo Beniamino Gigli, sede scuola media Patrizi di Recanati, dell’Istituto Paolo Soprani, sede centrale di Castelfidardo, dell’istituto IC Paladini, plesso di Passo di Treia e infine dell’Istituto P. M. Ricci di Montecosaro. Il documentario compie un ideale viaggio del ciclo dell’acqua nel territorio dell’Aato3 che comprende 40 comuni della Provincia di Macerata e sei della Provincia di Ancona.

Dalle sorgenti di San Chiodo nel territorio di Castelsantangelo sul Nera, alla Diga di Castreccioni nel territorio di Cingoli, Luca Pagliari ha seguito lo scorrere dell’acqua che arriva alle nostre case, fino a essere restituita, dopo un’attenta fase di depurazione, ai fiumi. "Abbiamo adattato il programma alla situazione della scuola - ha detto Fulvio Riccio dell'Aato 3 - ed il risultato è stato la realizzazione di un modulo coinvolgente e interessante pieno di spunti per gli alunni. Colgo l'occasione per ringraziare le scuole e gli insegnanti che hanno collaborato alla realizzazione dell’iniziativa".

L’attività dell’Aato3 punta soprattutto alla sensibilizzazione sul tema dell’acqua: dalla sua importanza per il ciclo della vita, all’attenzione nell’evitare gli sprechi e anche all’opportunità di bere l’acqua del rubinetto, soprattutto nel territorio dell’Aato3 nel quale le acque che arrivano a casa sono di altissima qualità e sottoposte a numerosi controlli giornalieri. L’attività continua con altre due date il 19 novembre e l’11 dicembre, dedicate, oltre che alle scuole primarie e secondarie di primo grado, alle scuole secondarie di secondo grado, le scuole superiori.

Molte sono già le scuole che hanno aderito (sono già oltre 1.400 gli studenti coinvolti), ma c’è ancora la possibilità di partecipare, collegandosi al il sito https://ato3marche.it oppure inviando una mail all’indirizzo comunicazione@ato3marche.it Parallelamente l’Aato3 ha lanciato per tutte le scuole il concorso “C’ERA UNA VOLTA L’ACQUA” per la creazione di storie, filastrocche e favole sul tema del risparmio idrico e della tutela dell’ambiente.

Per le classi vincitrici sono previsti buoni per l’acquisto di materiale didattico. Gli elaborati devono essere inviati all’Aato3 entro il 30 novembre e anche in questo caso ci si può informare collegandosi al sito https://ato3marche.it oppure inviando una mail all’indirizzo comunicazione@ato3marche.it






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 02-11-2020 alle 14:52 sul giornale del 03 novembre 2020 - 259 letture

In questo articolo si parla di attualità, scuole, azienda, territorio, progetto, servizio idrico, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bAwl





logoEV
logoEV