Liste Civiche: "il PD vuole fare dell’Istituto Campana delle casa popolari e spazi ludici. Noi diciamo no. Tutela verso la cultura, la storia e gli ambienti formativi"

2' di lettura 02/11/2020 - L’Istituto Campana è uno dei luoghi più elevati e ricchi di cultura appartenente alla storia della cittadina Osimana.

Dal 1968, oltre al proseguire la sua storica funzione di centro di riconosciuta eccellenza che svolge attività di istruzione, alta formazione e cultura, sia direttamente che in collaborazione con enti e istituti del territorio, diventa un istituto per la formazione permanente. Rimaniamo così non solo basiti, ma piuttosto sconcertati delle recenti dichiarazioni del Presidente in carica del Palazzo Campana, in linea con le progettualità della giunta PD locale, di trasformare questo prezioso luogo in case popolari e aree ludiche per bambini.

LE LISTE CIVICHE NON CI STANNO E SI OPPONGONO CON FORZA A QUESTE PROGETTUALITA’ DECISAMENTE DELIRANTI. Ci poniamo delle domande che rimandiamo a tutto il CDA dell’Istituto Campana e la giunta di maggioranza PD: quale tipo di istruzione permanente c’è in questo progetto? E ancora: come si fa a continuare a distruggere la memoria storica di tutta una comunità? Come si fa a non tutelare i beni culturali e formativi che appartengono da sempre a tale struttura?

Piuttosto di sostituirsi alla progettazione di case popolari di competenza E.r.a.p. si predispongano immediatamente progetti seri e conformi a tale struttura. Sappiamo ormai bene che il PD Osimano ha ben poche idee, e quelle che ha fino ad ora sono risultate devastanti per la comunità Osimana.

Al che proponiamo noi, e saremo grati qualsiasi idea si decidesse di condividere. Solo per fare un esempio, per tale tema, si potrebbe utilizzare l’Istituto per riorganizzare una bella e fruttuosa biblioteca didattica, invece di inserire tali progettualità in mano a privati e spendere ancora più dei soldi pubblici. Ora più che mai in un momento dove gli ambienti formativi vengono lesi dal Covid-19 non possiamo permetterci di non avere a cuore la nostra cultura, memoria e spazi che sono utili al fine , per esempio, di creare luoghi scolastici.

NOI DICIAMO NO ALLE CASE POPOLARI IN TALE STRUTTURA, DICIAMO NO A FARLA DIVENTARE UNO SPAZIO LUDICO. Salvaguardiamo la cultura, la storia e la memoria per tutelare l’oggi e avere speranza nel domani.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 02-11-2020 alle 10:16 sul giornale del 03 novembre 2020 - 359 letture

In questo articolo si parla di cultura, attualità, politica, manifestazione, cittadini, territorio, porto sant'Elpidio, formazione, libertà di informazione, comunicato stampa, dpcm 25 ottobre

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bAtW





logoEV
logoEV